Attualità, Persone & Idee

Ponte Morandi, il triste rito dello scaricabarile

Il ponte Morandi crollato, la tragedia di tante famiglie e la triste politica

di Isabella Bossi Fedrigotti - Si pensa, anzi si pensava che una tragedia come quella capitata a Genova potesse servire, come succede in caso di  gravi lutti, a unire il paese, a indurre i politici a scordare i contrasti  per congiungere gli sforzi in nome di una rapida ricostruzione al fine di allievare le sofferenze della popolazione colpita. Invece i cinquanta e più morti sotto le macerie del ponte sono stati immediatamente usati come armi contundenti che i politici si lanciano a vicenda.

“Colpa di chi è venuto prima” è il ritornello di chi c’è adesso, parola d’ordine in verità assai vecchia che i “nuovi” hanno subito fatto propria.

Davvero i politici, nuovi o vecchi che siano, sono convinti che lo scaricabarile incontri il favore dei cittadini? Non passa loro per la testa che  di gran lunga essi preferirebbero un accordo, una sintonia, sia pure soltanto temporanea, per  una veloce, efficiente e impeccabile  ristrutturazione del ponte?


Autore: Isabella Bossi Fedrigotti

www.giornalesentire.it - riproduzione riservata*

Commenti (0)