Attualità, Persone & Idee

I 'frutti' bacati della mala-democrazia

A lezione da Platone

"Una delle punizioni che ti spettano per non aver partecipato alla politica è di essere governato da inferiori". Lo disse Platone. Ma in questo contesto ...che dire?

Pur andando a votare dopo una campagna elettorale relativamente corta - che va però andava sommarsi agli anni di propaganda renziana - nulla si potè fare  con una legge elettorale nefasta voluta proprio da Renzi.

Quello che ne è venuto lo sappiamo. Ora si osserva uno strano teatrino a tre-quattro teste. Il populismo dei due vice-premier depotenzierà o potenzierà il premier vero e proprio Conte? Si dice di solito che tra due litiganti il terzo goda.  E che i litigi ci siano era prevedibile. Bssta vedere cosa sta accadendo attorno al ministro Tria che però afferma di agire per il bene del paese.

In mezzo ci sta il paese al quale ogni giorno si somministrano dosi massicce di annunci, slogan, demagogia. Povera Italia di dolore ostello, non serva di partito ma bordello, disse il Sommo Poeta.

www.giornalesentire.it - riproduzione riservata*

Commenti (0)