Attualità, Persone & Idee

Lavoro e tecnologia al Festival Economia 2018

13^ edizione: 31 maggio-3 giugno 2018 a Trento

“Lavoro e tecnologia”. E’ questo il tema attorno al quale economisti, scienziati ed esperti, provenienti da ogni parte del mondo, discuteranno nel corso della 13^ edizione del Festival dell’Economia di Trento, in programma dal 31 maggio al 3 giugno 2018. Dopo aver affrontato il tema dell’accesso alla salute, nell’edizione 2017, il Festival proverà ad indagare una delle questione più dirimenti dell’epoca attuale, ovvero il rapporto fra l’occupazione e le nuove tecnologie. Lo farà attraverso il consolidato format fatto di conferenze, incontri con i protagonisti, dibattiti ed eventi di respiro internazionale.

“Ogni qualvolta che si assiste ad un’accelerazione del progresso tecnologico, le tesi secondo cui le macchine sostituiranno l’uomo, decretando la fine del lavoro, prendono piede – spiega Tito Boeri  direttore scientifico del Festival – La fine del lavoro è stata decretata centinaia di volte. Eppure nelle economie di tutto il mondo si continuano a generare milioni di posti di lavoro e il tasso di occupazione (il rapporto fra occupati e popolazione in età lavorativa) è stato ovunque in crescita nel corso del XX Secolo. Anche se la disoccupazione aumenta negli anni di crisi ed è oggi troppo alta in alcuni paesi, tra cui il nostro, non c’è traccia di una crescita di lungo periodo della disoccupazione".

Il Festival si aprirà nel pomeriggio di giovedì 31 maggio, con la conferenza del professor  Richard Freeman dell’Università di Harvard, dal titolo “robot mania”. Venerdì 1 giugno il professor Joel Mokyr della Northwestern University, affronterà il tema del rapporto fra la stagnazione economica ed il progresso tecnologico, mentre il professor Barry Eichengreen dell’Università della California, Berkeley, indagherà i rapporti fra populismo e insicurezza economica. Il fisico Roberto Cingolani, direttore dell’Istituto italiano di Tecnologia, intervisterà un robot. Lo scrittore Evgeny Morozov, analizzerà la guerra fra le imprese americane e quelle cinesi per lo sfruttamento delle nuove tecnologie.  Alan Kruger della PrincetonUniversity interverrà sui cambiamenti che le tecnologie hanno apportato sul nostro modo di lavorare. Al Festival anche il primo vicepresidente della Commissione europea Franciscus Timmermans e  Philip McCann dell’Università di Sheffield.

Imran Rasul dell’University College di Londra, parlerà di giustizia e discriminazione etnica. Federico Rampini, habituèe del Festival parlerà dell’America di Trump. Il filosofo Remo Bodei rifletterà su cosa succede alla coscienza degli individui quando facoltà umane essenziali come l’intelligenza e la decisione si trasferiscono alle macchine. Mauro Calise, Andrea Gavosto e Gino Roncaglia si confronteranno su come la tecnologia stia cambiando la didattica, Diego Piacentini già membro dell’executive team di Amazon interverrà sulla digitalizzazione della pubblica amministrazione italiana.

Riccardo Zecchina, docente al Politecnico di Torino e alla Bocconi affronterà il tema dei Big Data, Luigi Zingales parlerà di tecnologia finanziaria. Maurizio Ferraris si soffermerà sulla connessione totale che annulla la distinzione tra il tempo libero e quello dedicato al lavoro. Michael Spence del Fung Global Institute di Hong Kong insieme a Tito Boeri cercherà di tirare le fila del lungo dibattito che caratterizzerà il Festival.  

Vasta la possibilità di ragionare attorno ai libri di economia più interessanti e gli eventi collaterali come CinEconomia: ogni sera, al cinema Modena, proposte cinematografiche legate al tema del Festival. Confermati i Forum e gli appuntamenti con le parole chiave, che quest'anno sono: produttività, intelligenza artificiale e big data. Il Festival dell'Economia di Trento è promosso da Provincia autonoma di Trento, Comune di Trento e Università degli studi di Trento. Progettato dagli Editori Laterza in collaborazione con Superfestival - Salone Internazionale del Libro di Torino, con il supporto di ASI - Agenzia Spaziale Italiana. Ingresso a tutti gli eventi è libero e gratuito fino ad esaurimento posti.

tutto il programma qui > clicca

www.giornalesentire.it - riproduzione riservata*

Commenti (0)

Articoli correlati