Arte, Cultura & Spettacoli

Segantini e i suoi contemporanei

Mostra permanente alla Galleria Civica di Arco

La Galleria Civica G. Segantini ospita  il percorso permamente dedicato a Giovanni Segantini e la mostra Segantini e i suoi contemporanei  curata da Alessandra Tiddia del Mart di Rovereto, con il quale il MAG porta avanti il progetto espositivo e di ricerca Segantini e Arco.

Attraverso tre nuclei tematici – Paesaggio, Figure dell'infanzia, Figure femminili – la mostra mette a confronto le opere di Giovanni Segantini, rese celeberrime dall‘azione capillare e intensa delle riproduzioni fotomeccaniche, con i lavori degli artisti trentini a lui contemporanei fra cui, ad esempio, Andrea Malfatti, Eugenio Prati, Bartolomeo Bezzi.

La mostra allinea artisti trentini che frono coinvolti nell’evoluzione del linguaggio figurativo: in Bartolomeo Bezzi - ad esempio - il paesaggio viene trasfornato da veduta in visione.Attraverso Segantini, luce e paesaggio erano potuti diventare i poli determinanti le ricerche artistiche della cultura figurativa di fine secolo, insieme alla diffusione di un topos iconografico che avrà ampia fortuna, quello della maternità e della figura femminile.

Segantini aveva affrontato questo tema da varie angolazioni, fin dal dipinto Le due madri, esposto nel 1891 alla Triennale di Milano, e sul fronte opposto, in  opere come Il castigo delle Lussuriose, Nirvana, fino a Vanità.

A 160 anni dalla nascita di Giovanni Segantini, il progetto Segantini e Arco, nato in seno alla collaborazione fra MAG Museo Alto Garda e Mart Museo di arte moderna e contemporanea di Trento e Rovereto, ha proposto anche una giornata di studio aperta al pubblico, ai docenti e agli studenti universitari  sul tema "Segantini in mostra. Per la storia delle esposizioni segantiniane",  dedicato alla storia delle occasioni espositive che hanno segnato la fortuna critica di Giovanni Segantini.
 

info qui > www.museoaltogarda.it

www.giornalesentire.it - riproduzione riservata*

Gallery

Commenti (0)