Attualità, Persone & Idee

Halloween il giorno dopo - Made in Brexit

La festa degli zombie

Ieri è stata la notte di halloween, in questi giorni tutti i supermercati si sono riempiti di arancione, c’erano zucche ovunque, non ho mai visto tante zucche in giro in tutta la mia vita. Famiglie con carrelli e bambini eccitati a comprare due, tre, quattro zucche ogni casa deve avere alla porta la sua zucca ritagliata.

Devo ammettere che mi son lasciata tentare l’ho comprata anche io. Si perchè In questo periodo dell'anno casa mia è il periodo della zucca, la cucino con il risotto, i fagioli, arrostita o semplicemente con aglio, olio e peperoncino come mi ha insegnato la nonna! La mia felicità dura poco, purtroppo il 1 Novembre  come per magia tutte le zucche spariscono.

Comunque la zucca ha anche un valore affettivo, mi ricordo quando da bambini  in estate andavamo nei campi a  prendere delle zucche le ritagliavamo e di notte le mettevamo per una strada buia con delle candele all’interno  e noi nascosti  vestiti con lenzuola bianche aspettavamo il padre della mia amica che tornava a piedi da lavorare, per farlo spaventare! Noi ci divertivamo con una zucca a Km 0  una candela e un lenzuolo! Questo era il nostro Halloween delle calde notti estive.

Orami mi devo adeguare, con vestiti da zombie,  decorare la casa e andare a  fare trick or treat tornando  con un cestino pieno di caramelle e dolci che non avranno mai il sapore della zucca a Km0.


Autore: Margherita Vitagliano

www.giornalesentire.it - riproduzione riservata*

Gallery

Commenti (0)

Articoli correlati