Viaggi & Reportages

Oggi mi voglio bene: il fenomeno della daycation

In vacanza per un giorno solo

C'è una parola nuova nel vocabolario, un neologismo che però è molto efficace: “daycation” è la vacanza di un giorno (dall’inglese “day=giorno" e “vacation=vacanza"). Si stacca la spina, si fa un tuffo in piscina, ci si regala una cena gourmet o un trattamento in spa, e ci si rigenera per tornare in ufficio....il giorno dopo. Insomma un “Urban Break”, rigenerante o rilassante.

Ci sono 2000 hotel in tutto il mondo che offrono questo servizio. Hanno venduto più di 320.000 camere. Tutte stanze vendute ...per un giorno. Dal suo lancio nel 2010 Dayuse.com ha centrato un bel business, grazie anche ad un finanziamento di 15 milioni di euro per internazionalizzarsi. E' la piattaforma online leader nelle prenotazioni di camere d’hotel ad uso diurno. Un mercato fino a oggi pressoché ignorato, che si rivolge a chi viaggia per affari o chi è di passaggio, offrendo uno spazio ideale sia per lavorare che per lo svago, a tariffe ridotte. Questo approccio inedito crea quindi nuove occasioni di utilizzo, apportando al modello alberghiero tradizionale un’ulteriore fonte di guadagno.

Secondo i dati di Euromonitor,per quel 20% di mercato che resta a casa, la formula Dayuse è la risposta ideale: un’evasione in giornata o anche solo per qualche ora.
Dayuse.com offre un’inedita esperienza a portata di clic. La start-up permette di prenotare una stanza per alcune ore a tariffe scontate fino al 75% rispetto ai pernottamenti tradizionali.

Trovare l’albergo ideale è molto facile e la piattaforma mette a disposizione alberghi lussuosi dotati di ogni comfort, a un passo da casa. Ulteriori informazioni sono disponibili sul sito www.dayuse.com


Permalink: http://www.giornalesentire.itdaycation-in-vacanza-per-un-giorno-dayuse-
Daycation, in vacanza per un giorno

www.giornalesentire.it - riproduzione riservata*

Commenti (0)