Viaggi & Reportages

Week-end: Klagenfurt e dintorni

Nel cuore della Carinzia, regione tutta da scoprire

Arrivare nel cuore di Klagenfurt  è semplicissimo: anzitutto perchè è a due passi dal confine italiano e poi perchè proprio in Neuer Platz c'è il parcheggio sotterraneo centrale e la bella piazza si offre alla visita del turista offrendo il salotto buono, adornato da palazzi signorili in stile italiano. La città ha un delizioso centro storico a traffico limitato, dove passeggiare, fare shopping, fermarsi per un break, è un piacere. Ma soprattutto è la sede del governo del Land e delle più importanti istituzioni culturali carinziane.

Klagenfurt venne fondata nel 1246: quasi 800 anni di storia e cultura che hanno lasciato un notevole patrimonio di testimonianze.Il drago della fontana di Klagenfurt, è il simbolo del capoluogo della Carinzia. La leggenda vuole che Lindwurm (il drago) sbranasse tutte le donne vergini  finchè Ercole mise fine al suo odio.

Il municipio del 1582 ed il Landhaus sono i gioielli rinascimentali della città austriaca. Situata fra Alter Platz e Heiligengeist Platz, la sede del governo regionale racchiude un gioiello: la Sala dei blasoni di struttura cinquecentesca dove si possono ammirare 665 stemmi appartenuti ai casati degli stati provinciali della Carinzia oltre che ai capitani della provincia, ai vicari e ai reggenti.

Klagenfurt  è molto ricca sul piano culturale: il Museo di arte moderna della Carinzia, il Teatro comunale ed il Lendkanal, il braccio navigabile che collega il centro cittadino con la baia orientale del lago Wörthersee, uno dei più bei laghi austriaci sui quali la città è affacciata. Una rilassante passeggiata sulle rive, è un percorso tra le ville della nobiltà austroungarica "fin du siécle".

Sui battelli della Compagnia di navigazione del Wörthersee ci si può godere il circondario e magari programmare escursioni ai castelli e abbazie che si trovano nei dintorni. Tra questi l'Abbazia cistercense di Viktring risalente al 1142 che nel Medioevo fu tra le più ricche.

Per visitare la città e addentrarsi poi nella dolcissima valle dei laghi (ce ne sono almeno 25) disseminata di castelli e residenze nobiliari  consigliamo di  alloggiare a Feldkirchen che  si trova nel centro della Carinzia in posizione strategica per partire alla scoperta di questa parte deliziosa regione austriaca. In questa zona collinare non a caso ci sono 5 degli oltre 30 campi di Golf di tutta la regione. E in soli 30 minuti d'auto si può partire per escursioni in tutte le direzioni. Inoltre è molto vicina alle aree sciistiche delle vicinanze.

Consigliamo di alloggiare al Landidyll Hotel Nudelbacher Feldkirchen  in posizione ideale e tranquilla circondata da tanti sentieri da percorrere in e-bike (che si possono noleggiare direttamente in hotel). In questo hotel soprattutto si può arrivare anche con il cane, che è un gradito ospite, e a sera godersi la piccola spa dove la sauna  è alimentata come una volta: a legna. Il profumo e il calore che emana è tutta un'altra cosa rispetto alle saune moderne.

Da consigliare la cucina dello chef, con menù per tutti, anche per chi ha problemi alimentari con diete prive di glutine o lattosio e proteine e altre intolleranze. I formaggi e le carni vengono dai produttori della zona e la titolare Renate Nudelbacher è specializzata anche nella cucina vegana e vegetariana. A fare la differenza è la dispensa che ha una rigorosa predilezione per ciò che è tipico e genuino. Qui si mangia davvero a "chilometro zero".

I titolari sono poi degli ottimi promotori del territorio: organizzano escursioni guidate e pacchetti speciali per i turisti con passeggiate per conoscere le erbe, oppure corsi di cucina per capire come si fa il tipico raviolo carinziano o lo strudel di mele che viene fatto con la stessa pasta. La signora Renate è sempre disponibile a mostra come dall'impasto e con uno semplice stampo circolare si possa realizzare la ricetta tipca di questo voluminoso raviolo. L'impasto tradizionale è a base di patate, erbe e formaggio, e la vera bravura è metterne a volontà sul disco facendo poi attenzione a chiudere bene i bordi con una speciale tecnica che richiede buona manualità ma anche che la pasta sia dello spessore giusto. Bellissime le camere tutte ispirate ad un tema diverso. In quella del "Notariato" alle pareti reperti antichi: gli atti notarili della proprietà dove oggi sorge di questo delizioso hotel che al mattino offre una colazione memorabile. E questo - si sa - è il biglietto da visita del giorno dopo. Da consigliare.


Conosci e visita Klagenfurt

Landidyll Hotel Nudelbacher Feldkirchen

"Austria per l'Italia"


Autore: Corona Perer

www.giornalesentire.it - riproduzione riservata*

Gallery

Commenti (0)