Lina Khalifeh - giornalesentire.it
Lina Khalifeh - giornalesentire.it
Attualità, Persone & Idee

Lina Khalifeh, la guerriera di SheFighter

Violenza di genere: lei insegna l'autodifesa femminile in Medio Oriente

Lei è giordana, ha 30 anni (ma ne dimostra di meno) ed è una ex-campionessa e cintura nera di Taek Won Do. Lina Khalifeh ha una missione: combattere la violenza di genere in Medio Oriente, insegnando alle donne e alle vittime di bullismo le tecniche di base dell’autodifesa con un metodo dedicato: è Lina Khalifeh, fondatrice di “SheFighter”, la prima palestra per l’autodifesa delle donne in Medio Oriente.

E' venuta in Italia  ospite dell’organizzazione italiana “Un ponte per…” con cui collabora in Giordania, dove l’Ong è attiva da anni con progetti di sostegno, protezione e assistenza legale per le donne giordane, siriane e palestinesi rifugiate.

Lina Khalifeh ha partecipato ad una serie di iniziative inserite nel quadro degli eventi organizzati per il “Women Strike”  dalla Rete italiana “Non una di meno”, e ha fatto tappa a Pisa, Roma, Bologna e Padova per un ciclo di incontri pubblici e laboratori pratici, in cui ha mostrato alcuni esempi delle tecniche che ha perfezionato con il metodo “SheFighter”.

E’ il 2010 quando Lina decide di impegnarsi concretamente per combattere violenze e abusi contro le donne, in seguito all’aggressione di cui è vittima una sua amica. Inventa quindi un metodo di autodifesa che chiama “SheFighter”, e che inizia ad insegnare nella cantina di casa.

Nel 2012 riesce ad aprire una palestra ad Amman dove insegnare il metodo che ha inventato, che mira non solo a rafforzare le donne da un punto di vista fisico ma anche psicologico e sociale. Nel suo centro è vietato di solito l’ingresso agli uomini, per far sentire le donne al sicuro e libere di indossare ciò che vogliono. Ma da poco è stato aperto anche ai minori maschi vittime di bullismo.

I suoi sforzi e la sua passione l’hanno portata a ricevere riconoscimenti in tutto il mondo: nel 2015 viene invitata alla Casa Bianca, dove nel corso del Global Enterpreneur Event Barack Obama elogia i suoi sforzi per rendere la sua società un posto migliore per donne e bambine; nel 2016 a Dubai vince il premio Naseba come miglior imprenditrice dell’anno; alle Nazioni Unite a Ginevra riceve il premio Women in Business Global Award 2016 ; nello stesso anno partecipa in Canada alla One Young World Forum dove allena, tra le altre, l’attrice Emma Watson. Altri riconoscimenti, workshop e presentazioni la portano in Brasile, Svezia, Repubblica Ceca, Turchia, Libano, Pakistan, Malesia, Arabia Saudita.

In questi anni Lina Khalifeh ha formato migliaia di donne e bambine di diverse nazionalità, e nel 2016 ha iniziato a collaborare con “Un ponte per…”, attiva da anni nel nord del paese. Seminando autostima, sicurezza e...determinazione.

 

info > clicca qui


Autore: Angela Pagani

www.giornalesentire.it - riproduzione riservata*

Commenti (0)