Attualità, Persone & Idee

La Brexit vista con occhi di bambino

di Margherita Vitagliano

"...Mamma, ma potremo ancora comprare la Nutella?". La Brexit per mia figlia qui a Timperley è questa: non tanto quale sarà il destino di tanti stranieri, tra cui anche molti italiani, ma quel pezzo di Italia che resiste e che troviamo al supermercato e ci fa sentire a casa. Il negozio più vicino a noi - qui a Timperley - è gestito da un pachistano molto gentile. Resisterà alla Brexit o se ne andrà anche lui con i suoi prodotti?

Così ho spiegato a Sara che le donne hanno sempre avuto un ruolo importante nella società specialmente qui. Hanno sudato, combattutto e ottenuto a volte anche con la morte i loro obiettivi. Basti pensare a Boudicca contro i romani, la regina Elizabeth I, la regina Victoria e Elizabeth II.

Non possiamo non ricordare le suffraggette che sono state anche  le prime a lottare per far sì che le donne ottenessero il voto. Hanno fatto un ottimo lavoro spianando la strada alle donne del resto del mondo, arrivando ai giorni più moderni con la prima lady di ferro della storia inglese, la Tratcher.

Queste donne hanno  cambiato il corso della storia e adesso tocca alla May continuare a fare la storia moderna con la Brexit. Sara sembrava non capirmi, ma ha pazientemente ascoltato. Le ho detto che molti non l'hanno votata, ma adesso è il suo turno tocca a lei giocare, non possiamo che sperare di giocare in squadra per il bene di tutti, magari salvando...la Nutella.

"Spero che faccia cose buone e che il prezzo della nutella non arrivi alle stelle,
perchè... che Brexit sarebbe senza nutella?" ho concluso. E subito sul volto scuro di Sara è fiorito di nuovo un meraviglioso sorriso: la paura era fuggita. La Nutella probabilmente resisterà.

Alla fine potrebbe piacere anche alla May. Quindi Brexit sì, ma con Nutella.

Enough is enough !


Autore: Margherita Vitagliano

www.giornalesentire.it - riproduzione riservata*

Gallery

Commenti (0)