Arte, Cultura & Spettacoli

Magister Giotto a Venezia

Mostra estiva da grandi numeri

Nella ricorrenza dei 750 anni dalla nascita GIOTTO (Colle di Vespignano 1267 – Firenze 1337) Magister Giotto è la prima mostra di una trilogia e si svolge alla Scuola Grande della Misericordia di Venezia dal 13 luglio al 5 novembre 2017.

Allestito negli ampi spazi della Scuola Grande della Misericordia, il percorso espositivo (della durata di circa 45 minuti) racconta la sua produzione artistica attraverso un percorso visivo e auditivo nel quale il pubblico può comprendere la rivoluzione della sua opera attraverso il susseguirsi di ambienti di grande impatto percettivo.

Le storie francescane di Assisi, la Cappella degli Scrovegni di Padova, i maestosi Crocifissi e le altre opere realizzate a Firenze sono alla base dell’impianto narrativo, che si conclude con la Missione Giotto nel 1986, realizzata dall’Agenzia Spaziale Europea, che per la prima volta nella storia intercettò la Cometa di Halley, dipinta nell’Adorazione dei Magi della Cappella degli Scrovegni a Padova.

Il progetto è  curato da Alessandro Tomei, professore ordinario di storia dell’arte medievale, e Giuliano Pisani, filologo classico e storico dell’arte; con la partecipazione del Comitato Scientifico formato da Cesare Barbieri, professore emerito di Astronomia e Stefania Paone, professore aggregato di storia dell’arte medievale con la consulenza scientifica di Serena Romano Gosetti di Sturmeck, professore ordinario di storia dell’arte medievale –, che ha lavorato in stretta collaborazione con il direttore artistico Luca Mazzieri, autore e regista, e con la direttrice esecutiva Alessandra Costantini, architetto e progettista.

www.giornalesentire.it - riproduzione riservata*

Commenti (0)