Arte, Cultura & Spettacoli

Muri in fotografia

Med Photo Fest 2017, tra fotografi e sciamani

Con questa foto ("The Wall") Francesco Cito ha vinto a Catania al Festival Internazionale dedicato alla Fotografia d’Autore il Premio Mediterraneum 2017 per la Fotografia d’Autore del Med Photo Fest. Il tema di questa edizione era  “Mediterraneo κοινὴ” (Mediterraneo unito).

“Siamo figli della Magna Grecia. Figli di quella civiltà che parlava tanti dialetti - dorico, attico, ionico - e che, in un preciso momento (che fu quello del confronto e della testimonianza ma anche del commercio e della letteratura) seppero fondersi e stringersi nella Koinè, ovvero nell’onesta comunicazione che affidava ai suoni, alle immagini, alle parole condivise, la speranza in un miglior rapporto relazionale. Siamo alla ricerca di una nuova koinè, e riteniamo, che la fotografia possa farsi carico di quest’aspettativa” afferma Pippo Pappalardo storico e critico della fotografia.

Con Francesco Cito erano presenti gli italiani Ferdinando Scianna, Graziano Perotti, Ilaria Abbiento, Roberta Baldaro, Emanuela Minaldi, Salvo Alibrio e uno stuolo di stranieri: Sinawi Zen Medine, Isabelle Serro e Patrick Bar (Francia) Matic Zorman (Slovenia), Antigone Kourakou (Grecia), Clara Abi Nader (Libano), Gabi Ben Avraham (Israele), Marta Altares Moro (Spagna) e Samet Ergün (Turchia).

Il Festival giunto alla nona edizione, è stato organizzato dall’Associazione culturale catanese Mediterraneum, con la direzione di Vittorio Graziano. La manifestazione è stata arricchita da una serie di incontri dedicati all’editoria con la presenza degli autori, tra i quali spiccano le presentazioni degli ultimi volumi fotografici “Istanti di luoghi” di Ferdinando Scianna (Contrasto), “Ultima Sicilia” di Giovanni Chiaramonte (Postcart) “Il Fotografo e lo sciamano” di Dario Coletti (Postcart), e interessanti workshop e seminari culturali e tecnici, con la partecipazione di illustri esponenti della comunicazione visiva e fotografica, tra i quali i workshop condotti da Francesco Cito e da Tony Gentile.


Autore: Dario Coletti

www.giornalesentire.it - riproduzione riservata*

Gallery

Commenti (0)