Viaggi & Reportages

''Mezzano Romantica''

In Primiero, in uno dei ''Borghi più belli d'Italia"

Dopo la sagra del Carmine con il divertente Palio dei Musati di metà luglio, è ad agosto che il cartellone di Mezzano Romantica entra nel vivo  sotto la direzione artistica di Mitchell Piper e di Francesco Schweizer.

Da ormai 4 anni nel Primiero questa stagione vede in valle 280 studenti, accompagnati dai loro genitori e dalle loro famiglie, che vengono appositamente per assistere al loro debutto.  E ogni giorno per 5 settimane si attivano contemporaneamente i tre programmi di Opera, Musical e Orchestra. Nelle tre sedi scolastiche di Mezzano, Imer e Tonadico i ragazzi studiano diverse ore al giorno con registi, direttori d’orchestra e, soprattutto, sono seguiti passo passo dai Voice Teacher e Vocal Coach.

La stagione dell’Opera del Trentino Music Festival per Mezzano Romantica è iniziata con Il Flauto Magico di Mozart ed è proseguita con Rinaldo di Händel ed il Cendrillon di Massenet.

Il 16 agosto il Quartetto Nous – formato da Tiziano Baviera e Alberto Franchin al violino, Sara Dambruoso alla viola e Tommaso Tesini al violoncello – si esibirà su musiche si Fauré, Debussy e Ravel. Si proseguirà il 19 agosto con It’s all true: la vita capovolta di Orson Wells. Scritto e diretto da John Bleasdale con Monica Ceccardi e John Bleasdale, con musiche originali di Francesco Schweizer eseguite dal Duo dissonAnce, lo spettacolo racconta la vita di uno dei geni più affascinanti del cinema.

Il 22 agosto protagonista è Klevis Gjergji, che proporrà al pianoforte musiche di Mussorgsky, Schubert e Ravel. L’ultimo appuntamento in cartellone è il 25 agosto con l’Opalio Quintet – formato da Eoin Ducrot e Olivier Cariller al violino, Bence Falb alla viola e Chiara Opalio al pianoforte – che si esibirà su musiche di Brahms e Schumann. Tutti gli appuntamenti sono alle ore 21 al Centro Civico di Mezzano.

Se Mezzano è Romantica lo si deve a oggettive constatazioni: idilliaco è infatti  il contesto che predispone a pensieri più belli. Lo scenario è dolcemente alpino. Situato a due passi da Fiera di Primiero e da San Martino di Castrozza celebre per le sue "pale" e per la polenta con la tosella, il paese è adagiato pacificamente nella piana che come un miracolo si apre alla vista dopo la tortuosa strada che sale dalle gole di Ponte Serra è un paese delizioso, noto per la sua collezione en plein air di cataste di legna artistiche. E detiene anche un invidiabile record: c'è un orto ogni 4 abitanti.

Dal 2015 è uno tra i Borghi più Belli d’Italia ma da molto prima faceva già parte del circuito di località esclusive sparse in tutta Italia dove storia e cultura si danno la mano. Ha ricevuto la bandiera infatti  dopo un percorso di 5 anni che ha visto l'amministrazione comunale impegnata in opere e migliorie "dentro" un progetto culturale che ha messo al primo posto il valore della tradizione.

Qui, mentre nelle legnaie si fa scorta di legna per l’inverno, il Comune  colleziona opere d’arte: una trentina ormai che hanno trasformato l’antico borgo in un museo sotto il cielo.

Le antiche architetture rurali sono celebrate con Cataste e Canzei, rassegna unica e innovativa che del borgo è diventata l’anima. Il paese di anno in anno va popolandosi di nuove, meravigliose cataste artistiche (la scorsa estate ne sono state inaugurate ben otto). Gigantesche installazioni d’autore che immortalano riti, mestieri, leggende, canti e tradizioni locali in un sorprendente gioco di equilibri, ciocchi e tasselli.

foto di Luigi Valline

 

Leggi il programma clicca qui

Negli archivi di SENTIRE
Mezzano è uno dei Borghi d'Italia
Cataste e Canzèi di legna: l'eccellenza di Mezzano
La rock band Wit Matrix inaugura il Brolo
Vivere con gioia: Malga Lozen
Il sentiero degli Abeti Giganti

Altri eventi in zona: la Desmontegada

info:
info@mezzanoromantica.it
www.mezzanoromantica.it

www.giornalesentire.it - riproduzione riservata*

Gallery

Commenti (0)