Arte, Cultura & Spettacoli

Ferrara e il suo castello

Di grande interesse le cucine, le prigioni, le terrazze per il gioco

La recente inaugurazione del Museo MEIS, il museo ebraico (realizzato in via Piangipane dove un tempo c'erano le vecchie carceri ferraresi) ha arricchito un polo museale già ricco di Palazzo Diamanti e Castello Sforzesco dove si ammirano le stanze in cui vissero  gli Estensi.

Il Castello è senza arredi che furono trasferiti dai duchi a Modena nello splendido Palazzo Ducale dove ancora si trovano. Di grande interesse quindi le cucine, le prigioni, le terrazze per il gioco, i magnifici soffitti affrescati che purtroppo recano ancora evidenti le tracce del terremoto di qualche anno fa: i cerotti fermano gli intonaci, che implorano restauri. Il ministro ai beni Culturali, Dario Franceschini, che è ferrarese, purtroppo non ha fatto nulla al riguardo nella legislatura in cui è stato in carica. Ci si augura sia il suo successore a prendere in mano la questione.

La città di Ferrara  nel 1995 ha ottenuto il riconoscimento dell’Unesco limitatamente al centro storico della città di Ferrara, ma dal 1999 è nella Lista del Patrimonio Mondiale anche per la vasta area dell’antico delta del Po perchè un sito non si connota per la bellezza di singoli monumenti ma per l’insieme significativo e coerente di un territorio pianificato nel Rinascimento.

Ferrara conserva il suo centro storico intatto. I canoni della pianificazione urbana qui espressi ebbero una profonda influenza per lo sviluppo dell’urbanistica nei secoli seguenti. Le residenze dei duchi d’Este nel Delta del Po illustrano in modo eccezionale il riflesso della cultura del Rinascimento sul paesaggio naturale. Il Delta del Po è un eccezionale paesaggio culturale pianificato che conserva in modo notevole la sua forma originale.

Ma Ferrara è anche una città molto accogliente e gustosa. D'inverno bellissimi i suoi Mercatini di Natale, d'estate eventi di strada.

Per apprezzare la gastronomia tipica consigliamo di prenotare una cena alla Ca d' Frara (telefono 0532-205057, chiuso il martedì), per soggiornare suggeriamo invece  l'Hotel Touring di Ferrara offre la migliore delle posizioni di partenza.

Collocato a pochi passi dal castello Estense e dalla ztl pedonale è il punto di partenza ideale per una passeggiata nel centro storico. A disposizione dei clienti ci sono anche le bici per godere la città nel vero spirito di Ferrara che è nota per essere proprio la "città delle biciclette".

Le bici dell'Hotel sono acquistate dall'Officina "Recicletta di Ferrara" dove vengono assemblate da persone con disagi psichici impiegati in un progetto di inclusione e integrazione sociale. L'hotel - con belle camere ben dotate e un servizio di ricevimento molto friendly - è consigliato anche da Tripadvisor e si trova in viale Cavour,11 (tel.: 0532-206200 www.hoteltouringfe.it)

Visit Ferrara offre pacchetti speciali. info: Consorzio Visit Ferrara


Autore: Corona Perer

www.giornalesentire.it - riproduzione riservata*

Gallery

Commenti (0)