Arte, Cultura & Spettacoli

Essen accoglie il Realismo Magico

Dopo Rovereto ed Helsinki, la mostra approda in Germania

Dopo il primo allestimento al Mart e il secondo all' Ateneum Art Museum, Helsinki dove è arrivata il  1 maggio 2018 per restare aperta fino al 19 agosto 2018, il progetto internazionale curato dall'ex-direttrice del Mart, Gabriella Belli, e dedicato ad una tra le più interessanti stagioni pittoriche dell’arte moderna italiana, passa al Folkwang Museum, di Essen, dove sarà inaugurato il prossimo 27 settembre 2018. La mostra resterà poi visitabile fino al 13 gennaio 2019

Se nella prima tappa trentina l’esposizione ha dialogato con le  Collezioni del Mart, in Finlandia e in Germania Realismo Magico contribuisce a promuovere i capolavori italiani e permette confronti con il contesto europeo del periodo tra le due guerre mondiali.

Provenienti da prestigiose collezioni pubbliche e private, le oltre 70 opere scelte da Gabriella Belli e Valerio Terraroli descrivono una parabola dell’arte significativamente legata agli eventi politici e culturali.

La definizione “Realismo Magico”, utilizzata nel 1925 dal critico Franz Roh in un celebre saggio dedicato alla pittura contemporanea, è un ossimoro che dà immediatamente conto dell’animo indefinibile e inquieto degli artisti che ne fecero parte. Atmosfere sospese e surreali danno luogo ad una pittura eseguita con precisione realistica. La realtà è infatti il punto di partenza di una metamorfosi ideale che passa attraverso l’immaginazione e la meraviglia, che non si limita alla mera rappresentazione, ma esprime stati d’animo.

Cagnaccio di San Pietro, Antonio Donghi, Felice Casorati, Ubaldo Oppi, Achille Funi e Carlo Levi sono alcuni dei protagonisti di artisti attivi nelle realtà più locali dell’arte veneziana, triestina, torinese e romana, a conferma della trasversalità di temi e stili su cui converge l’esperienza pittorica italiana di quei decenni.

Il percorso espositivo esamina le novità interpretative che il Realismo Magico mette in campo rispetto ad alcuni generi della tradizione pittorica. La lettura dei curatori dell’attuale progetto consente una veduta ancor più estesa del Realismo Magico: entrano in mostra anche artisti Metafasici o appartenenti a Novecento. Abbattendo alcuni confini definitori, la mostra presenta il lavoro di quei pittori che, in un dato contesto nazionale e storico, operarono un processo di sublimazione della realtà.

 

REALISMO MAGICO
L’INCANTO NELLA PITTURA ITALIANA
DEGLI ANNI VENTI E TRENTA
A cura di Gabriella Belli e Valerio Terraroli
Folkwang Museum, Essen, 27 settembre 2018 ― 13 gennaio 2019

 

www.giornalesentire.it - riproduzione riservata*

Gallery

Commenti (0)