Viaggi & Reportages

Tanta voglia di treno

Parte il recupero delle tratte dismesse

Una bella notizia per chi tifa per il turismo dolce e lento, meditativo e desideroso di riappropriarsi di paesaggi dimenticati. Ieri sera, mercoledì 2 agosto, la Commissione Lavori pubblici del Senato ha approvato, in sede deliberante, nel testo trasmesso dalla Camera dei deputati, il disegno di legge nr. 2670 con le disposizioni per l'istituzione di ferrovie turistiche mediante il reimpiego di linee in disuso, o in corso di dismissione, situate in aree di particolare pregio naturalistico e archeologico.

Da sottolineare ancora una volta che il provvedimento anche al Senato, come già successo alla Camera dei deputati, sia stato votato all'unanimità da tutte le forze politiche a dimostrazione di come il settore delle ferrovie turistiche venga ormai considerato di notevole importanza dai territori che vengono valorizzati dalle iniziative con i treni storici.

"Per noi di FBS, la soddisfazione è ancora maggiore perché finalmente, dopo  più di 25 anni di lavoro, impegno e tanta passione, una legge ormai approvata in via definitiva riconosce la validità del lavoro portato avanti dal mondo dell’associazionismo, in particolare dalla nostra Associazione, prima in Italia nel 1994 a riaprire una linea ferroviaria a fini turistici. Va comunque menzionato il fatto che, nel testo della legge, risulta ancora troppo limitato il ruolo delle Associazioni (a differenza di quanto succede all’estero) e mancano precise indicazioni agli organi competenti per la stesura di regolamenti di gestione agili e di semplice applicazione, così come è assente qualsiasi riferimento alle risorse necessarie a dare forza a questo provvedimento" affermano i dirigenti della Ferrovia Basso Sebino.

Il notevole risultato appena raggiunto premia anche l’impegno e la tenacia di tante altre Associazioni riunite, come noi, nella FIFTM - Federazione Italiana Ferrovie Turistiche e Museali (riconosciuta anche dalla legge appena approvata in cui viene esplicitamente menzionata) e dalla nuova Alleanza per la Mobilità Dolce (A.Mo.Do.).

Questa legge potrà dare nuovi stimoli ed opportunità agli appassionati del turismo lento, attento e consapevole, di conoscere meglio i tantissimi territori che, spesso fuori dai circuiti tradizionali del turismo classico, grazie ai treni storici e turistici potranno trovare nuove occasioni di crescita sociale ed economica. Tra questo il  TrenoBLU che da quasi venticinque anni corre lungo la storica Palazzolo - Paratico Sarnico.
 

www.ferrovieturistiche.it
info clicca qui

 

www.giornalesentire.it - riproduzione riservata*

Gallery

Commenti (0)