Attualità, Persone & Idee

Il ricettario patafisico

Editoria per chef-filosofi

Una ragazza stanca dei ritmi frenetici che impone la città trova lavoro in una pasticceria di un piccolo paesino di montagna. Avrà a che fare con quattro personaggi surreali e “coscienziosamente pazzi”, le mostreranno la chiave d’accesso per arrivare a se stessi attraverso una dimensione onirica  che suggerisce le soluzioni, che sa dare compiutezza ed originalità all’ esistenza.

Da un impasto confuso e insapore prenderà vita una persona nuova, consapevole e pronta a risolvere un passato quasi dimenticato, che agiva da zavorra nel suo animo. Tutto ciò grazie anche ai bizzarri insegnamenti legati alla patafisica,  la" scienza delle soluzioni immaginarie" teorizzata dallo scrittore e drammaturgo francese Alfred Jarry agli inizi del 1900, il pensiero filosofico da cui ebbe origine il surrealismo. In dono avrà un ricettario con molte pietanze sfiziose, condite con l'elemento patafisico per eccellenza: l'immaginazione.

Scritto in modo ironico ''Il ricettario patafisico'' di Laura Bonelli (Graphofeel Edizioni) catapulta in un mondo “delle meraviglie” in cui il lettore si sentirà una specie di “Alice”, protagonista di un viaggio in un paese sconosciuto eppure vicino.

Milanese trapiantata a Fidenza, Laura Bonelli è diplomata alla Scuola di Cinema di Milano.  Cura l'ufficio stampa di un festival letterario e di uno cinematografico e ha collaborato con diverse testate giornalistiche. Ha un blog: "Shakespeare & Co", che si occupa di cultura e letteratura, sul quotidiano web Il Mattino di Parma e collabora con il mensile siciliano L'Araldo. È un fitopreparatore ed è appassionata di cucina naturale. Ha pubblicato diversi racconti in antologie e il suo primo libro è Piccole Storie dei sette giorni (Graphofeel Edizioni), che è stato presentato in anteprima nell’ultima edizione del Letterando in Fest di Sciacca.

www.giornalesentire.it - riproduzione riservata*

Commenti (0)