foto corona perer
foto corona perer
Viaggi & Reportages

Skorpios, riservata e proibita

Fu teatro degli amori di Onassis: la Callas prima, Jackie Kennedy poi

Vietato lo sbarco. Attorno all'isola di Skorpios il magnate russo Roman Abramovič, proprietario  del Chelsea, famoso per i suoi contributi alle comunità ebraiche in Israele, è chiarissimo: qui non ci si deve né avvicinare, né sbarcare. Telecamere in riva controllano i punti più accessibili e la security non tarda a farsi vedere in caso di avvicinamento. In mare le boe delimitano le distanze. E tuttavia un bagno in una baia esclusiva ci è stato possibile grazie ad Anek Lines: emozione da incorniciare per un'isola che i più possono solo circumnavigare.

Era così anche ai tempi di Aristotele Onassis. Greco di origine, Aristoteles Sokrates Homer Onassis era nato il 15 gennaio 1906 a Karatas sobborgo di Smirne oggi in Turchia. Divenne ricco con il contrabbando di tabacco. A Skorpios, che comprò all'apice della sua ricchezza, visse due stagioni di amore epiche: prima con Maria Callas e poi con Jaqueline Kennedy. Fu qui che il magnate greco sposò l'americana, fece costruire appositamente un pontile che raggiungeva la chiesetta interna all'isola dove convolò a nozze. Maria Callas non si riebbe mai dal colpo: dopo qualche anno morirà a Parigi.

L'isola, venduta dalla nipote Athina figlia dell'altrettanto sfortunata  Christina (pare per 150 milioni di dollari), ha un vincolo che Aristotele Onassis  determinò in vita: qui si sarebbe fatto seppellire e quand'anche l'isola fosse stata venduta, cosa in seguito accaduta, nessuno mai avrebbe potuto sfrattarlo.

E così lui riposa nel cuore dell'isola dove c'è la sua tomba. Tutt'attorno ci sono i vialetti che parlano dei suoi amori: la guida indica dove passeggiava con Maria Callas, la villa di Jackie 'O in stile neoclassico, posta al centro dei due promontori che costituiscono l'isola, a fianco dei campi da tennis.

Sul punto più alto l'aviosuperficie dove Onassis atterrava con il suo elicottero: oggi la usa Abramovič. Altre costruzioni, adibite al personale e alla foresteria, sono oggi a servizio del resort che sta trasformando l'isola. Nell'approdo più a sud ci sono le palazzine di servizio con i garage e i magazzini, oggi come allora.  Grazie ad uno speciale permesso e al periodo di bassa stagione, ci consentono e di fare un tuffo sul mare cristallino che la circonda e di circumnavigarla : si intravvedono telecamere e mezzi elettrici che oggi sono adibiti al trasporto degli ospiti.

Abramovic intende costruire altre palazzine per supericchi con  suite e appartamenti da affittare fino a 60.000 euro a notte. Non è una sparata: lo conferma il vice-presidente della Provincia di Lefkada. “Abbiamo dato l'autorizzazione ponendo severe clausole” afferma.

Il miliardario russo ha già istituito intanto una linea taxi riservata, su aliscafo, che fa la spola tra il capoluogo Nidri e l'isola a forma di farfalla. Ruspe e gru compariranno presto, c'è solo da augurarsi che la grandeur russa non diventi arroganza edilizia, ma intanto l'isola agli occhi si offre come un gioiello ancora pieno di amore.

In una piccola baia c'è il luogo preferito da Jackie: è il punto dove scendeva a mare per un tuffo. A Skorpios venne anche immortalata in topless dai paparazzi che già all'epoca usavano potenti teleobiettivi: fu scandalo per l'epoca. Siamo infatti nei primi primi anni '80, l'amore con l'armatore greco è al suo apice, tutto il mondo parla di loro divenuti personaggi da copertina non solo per merito del portafoglio, ma anche per i drammi che accompagnarono i fasti della loro vita. Semidei per il jet-set, portavano dentro la tragedia greca che è in fondo il dramma di ogni essere umano: Aristotele non si era  mai riavuto dalla tragedia aerea che portò alla morte l'amato figlio Alexander. Jackie, moglie di un fedifrago presidente degli Usa aveva assistito alla sua uccisione a Dallas.

Oggi quest'isolotto che fa parte delle Isole Ionie ed è circondata da acque meravigliose, appannaggio per pochi fortunati super-ricchi, si raggiunge da Nidri, dove sul lungomare c'è una statua in onore a Onassis. La gente ne ricorda positivamente la memoria, i più vecchi persino molti ricordi personali. Fu lui a far nascere il turismo sull'isola di Lefkada di cui Nidri è uno dei porti e Skorpios una delle isole satelliti.

Aiutò molti con generose mance, chi per realizzare un albergo e chi un ristorante in modo da poter ospitare i suoi amici. L'isola infatti era tutta per lui. Ora lo sarà per molti, o meglio per quei pochi super-ricchi che potranno permetterselo. Tutti gli altri continueranno a circumnavigarla, e a leggere i numerosi cartelli: vietato lo sbarco (eccetto a chi è atteso). Costeggiando le boe che delimitano il percorso dei natanti e lasciandosi affascinare dai racconti delle guide del posto. Chi ha superato i 50 ha visto sia Onassis, che la Callas, Jackie e i suoi occhialoni. Chi ne ha molti meno assisterà ai nuovi ricchi del jet-set russo sperando che l'isola non venga stravolta e mantenga quel fascino discreto ed esclusvo per chi la osserva dal mare.




Come raggiungere le Isole Ionie
Traghetti della Anek Lines da Ancona > info qui

 


Autore: Corona Perer

www.giornalesentire.it - riproduzione riservata*

Gallery

Commenti (0)