Viaggi & Reportages

A giugno il Festival delle Luci di Gerusalemme

Installazioni dei più importanti artisti della luce internazionali

Il paesaggio di Gerusalemme è unico: ricco di storia, religione e cultura. Durante tutto l'anno è la meta privilegiata del turismo religioso, ma sono molti gli eventi che concorrono a fare di Israele una meta che abita nei desiderata di ogni viaggiatore.

La topografia della città affascina con le sue strade antiche di oltre 2000 anni della città santa: la Città Vecchia, con la Porta Nuova e la via Dolorosa che conduce verso il Monte degli Ulivi, oppure al Santo Sepolcro e da lì attraverso un dedalo di viuzze verso la Porta di Erode, il quartiere Armeno, quello latino, le mura del casxtello di David, il Monte Zion, la Promenade di Gerusalemme fino al moderno centro della capitale israeliana.

Oltre a questo immenso patrimonio a cielo aperto ci sono gli eventi: dopo la sempre partecipata M2V, la maratona di Gerusalemme che si tiene a marzo ed unisce sport a itinerari unici al mondo su 42 km di tracciato, a  giugno sarà la volta del Festival delle Luci di Gerusalemme con installazioni dei più importanti artisti della luce internazionali lungo quattro percorsi nella Città Vecchia e nei principali luoghi storici.

Israele è a meno di 4 ore di volo dall'Italia ed è serito da 70 voli diretti alla settimana confermati anche per l'inverno 2017-2018.  Per organizzare il proprio soggiorno si può anche prenotare un appartamento: con Hundredrooms, il comparatore di prezzi per case-vacanze  è possibile controllare gli immobili disponibili in zona ma soprattutto verificare quale è l'offerta migliore.
 


Autore: Angela Pagani

www.giornalesentire.it - riproduzione riservata*

Gallery

Commenti (0)