Viaggi & Reportages

A spasso tra ulivi e frantoi

La Camminata tra gli ulivi è turismo lento

La  Camminata tra gli olivi 2018, nonostante il maltempo,  ha portato domenica 28 ottore negli oliveti e nei frantoi migliaia di persone, alla scoperta di un patrimonio e di una cultura antichi e irrinunciabili.

Promossa dall'Associazione Nazionale Città dell’Olio, la Camminata tra gli olivi, è inserita nell’Anno del Cibo Italiano come occasione per riportare alla ribalta la qualità e il valore dell’olio extravergine, degli olivicoltori e dei territori, ha avuto centinaia di scenari e di esperienze, con itinerari unici dal punto di vista storico e ambientale e con frantoi, aziende degustazioni.

Entusiasmo e partecipazione in Calabria, Toscana, Abruzzo, Basilicata, Campania, Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lazio, Marche, Sicilia, Sardegna e Umbria. In Puglia l’iniziativa ha anche destinato le quote di iscrizione alla Onlus Save the Olives, che collabora con il CNR alla costante ricerca di soluzioni di innesto per salvare gli alberi di olivo colpiti da Xylella.

Purtroppo le condizioni del tempo hanno costretto gli organizzatori ad annullare l’iniziativa in Lombardia, ad eccezione di Monzanbano.  Il maltempo ha costretto ad alcuni rinvii. In Liguria, i Comuni Andora, Arnasco, Badalucco, Bajardo, Castel Vittorio, Ceriana, Chiusavecchia, Diano Arentino, Né, Pieve di Teco e Taggia hanno rinviato la Camminata al 18 novembre, in Puglia Ficulle al 18 novembre (Foligno e Giano dell’Umbria hanno annullato), in Molise Venafro e il Parco Regionale storico agricolo dell’olivo. In Abruzzo ha rinunciato Rapino, in Campania Anacapri, in Trentino Arco e in Sardegna Villacidro, che non hanno ancora deciso una data alternativa.

L’Associazione Nazionale Città dell’Olio, con i suoi oltre 320 soci tutti enti pubblici (Comuni, Province, CCIAA, Parchi e GAL) tutela il territorio olivicolo e si batte per la valorizzazione dei paesaggi e per l’inserimento di aree territoriali olivicole nel prestigioso Registro Nazionale dei Paesaggi Rurali Storici del Ministero delle Politiche Agricole. L’occasione per conoscere la cultura dell’olivo e l’opportunità di incontrare chi produce questo ‘oro verde’ d’Italia è stata offerta da 122 Comuni e 18 Regioni.

Forte il messaggio che Città dell’Olio e istituzioni hanno condiviso con i tanti partecipanti all’iniziativa. Tutela del territorio e del paesaggio, promozione della qualità dell’extravergine e di un turismo consapevole, che privilegia eccellenza del cibo e vita all’aria aperta, sostegno ai giovani imprenditori e ad uno sviluppo ecosostenibile che incroci marketing e governo del territorio.

www.camminatatragliolivi.it

www.giornalesentire.it - riproduzione riservata*

Gallery

Commenti (0)

Articoli correlati