Arte, Cultura & Spettacoli

Il Mart compie 15 anni

Luci ed ombre di un museo che si percepisce internazionale

Il Mart compie 15 anni: veniva infatti inaugurato nel dicembre 2002 e nei suoi primi 10 anni ha costruito un nome grazie al lavoro della sua prima direttrice Gabriella Belli. Con le sue mostre i numeri c'erano e anche le code. Oggi le mostre si inaugurano nella prima domenica del mese quando il pubblico è garatito perchè i musei sono gratuiti, in base ad una proposta del Ministero (certamente interessante) tesa a portare l'arte ad un pubblico più vasto, ma non utile a capire il vero appeal suscitato da un singolo evento.

Il museo dopo l'era Belli non ha più avuto la forza trainante impressa con energia nei suoi primi anni di vita, ma grazie alle collezioni e ai depositi è ancora in grado di offrire mostre a tema interessanti. L'ultima in ordine di tempo "Un’eterna bellezza"  intreccia le opere delle Collezioni del Mart con le opere dei più significativi protagonisti dell’arte italiana: Carrà, Casorati, de Chirico, de Pisis, Savinio, Severini, Sironi ma anche Bucci, Cagnaccio, Donghi, Dudreville, Funi, Malerba, Martini, Marussig, Oppi e Wildt (fino al 5 novembre 2017).

Quello che si imputa al Mart - e i cittadini lo hanno spesso evidenziato  - è non essere adeguatamente concentrato nella valorizzazione di Fortunato Depero, genius loci, che certo ha la sua casa-museo spesso destinata ad eventi temporanei di ricerca. Un focus stabile su Depero, sotto la cupola del Mart, di fatto manca.

Purtroppo lungo la sua strada il Mart ha perso anche un servizio non banale sul quale i musei interazionali investono con grande attezione: la caffeteria, chiusa da almeno due anni senza che il management del Museo abbia trovato con tempismo ed efficacia una soluzione, magari anche temporanea.  Da questo punto di vista è probabilmente l'unico museo che aspira ad essere internazionale (e si percepisce tale) ma non ha la capacità di offrire neanche un caffè ai suoi visitatori.

Sospendere il giudizio è d'obbligo.
Come d'obbligo è fare gli auguri: per un futuro più roseo. E quindi Buon Compleanno Mart !

www.giornalesentire.it - riproduzione riservata*

Commenti (0)