Arte, Cultura & Spettacoli

Estate 2017 - Cosa vedere al Mart di Rovereto

"Un’eterna bellezza" e l'omaggio ad Armando Testa

"Un’eterna bellezza"  intreccia le opere delle Collezioni del Mart con le opere dei più significativi protagonisti dell’arte italiana: Carrà, Casorati, de Chirico, de Pisis, Savinio, Severini, Sironi ma anche Bucci, Cagnaccio, Donghi, Dudreville, Funi, Malerba, Martini, Marussig, Oppi e Wildt.

Il percorso espositivo è articolato in sette sezioni:  Metafisica del tempo e dello spazio; Evocazione dell'antico; Ritorno alla figura. Il ritratto; Il nudo come modello; Paesaggi; Poesia degli oggetti; Le stagioni della vita. Fino al 5 novembre 2017.

Le sale al secondo piano accolgono invece il genio creativo di Armando Testa, interprete della propria epoca e anticipatore di fondamentali istanze contemporanee. Nato a Torino nel 1917, esattamente 100 anni fa, Testa contribuì a costruire la cultura visiva italiana di cui oggi siamo eredi.

Con Tutti gli “ismi” di Armando Testa, Gianfranco Maraniello e Gemma De Angelis Testa rendono omaggio all'estro di uno tra i migliori comunicatori italiani. L'esposizione si concentra sulle narrazioni, sui riferimenti visivi, sui temi formali, sulla capacità di costruire mondi. Dal 22 luglio al 15 ottobre 2017.

Peccato che anche per questa mostra non ci sarà ancora la caffeteria. il Mart è forse l'unico museo che aspira ad essere internazionale (e si percepisce tale) a non avere lo spazio per un caffè.

www.giornalesentire.it - riproduzione riservata*

Commenti (0)