Viaggi & Reportages

Ferrara, regina dei Musicisti di Strada

Dal 17 al 26 agosto c’è la 31esima edizione

Dal 17 al 26 agosto c’è la 31esima edizione della Rassegna Internazionale del Musicista di Strada, con oltre 1000 musicisti e l’omaggio a Dublino, Città Ospite d’Onore.

Il Ferrara Buskers Festival  è ormai un marchio internazionale invade  il centro storico estense Patrimonio dell’Umanità UNESCO con ritmi e melodie, canzoni originali, strumenti insoliti, tradizioni musicali ancestrali e nuove sperimentazioni sonore.

La grande festa della Rassegna Internazionale del Musicista di Strada è il festival più antico d’Europa e il più grande del mondo. Venti i gruppi di musicisti invitati protagonisti della manifestazione, i quali si esibiranno durante i 10 giorni della rassegna tra le strade e le piazze ferraresi, con tappe itineranti nelle città del Ferrara Buskers Festival On Tour, come Comacchio e Lugo.

Oltre ai 20 gruppi protagonisti, ad alternarsi sul palcoscenico open air di Ferrara ci saranno centinaia di band di musicisti ed artisti accreditati, i quali daranno al pubblico di tutte le età la possibilità di godere di oltre 100 spettacoli al giorno, senza alcun biglietto d’ingresso. Se l’anno scorso la storica 30esima edizione del Ferrara Buskers Festival® è stata dedicata alla città di New York, che nel 1987 fu da ispirazione alla creazione del festival ferrarese, quest’anno la Città Ospite d’Onore sarà Dublino, la capitale europea che da anni valorizza la figura e il mestiere del musicista di strada, riconoscendone il valore culturale e sociale.

Il legame tra le due città sarà sancito con il gemellaggio tra la scenografica Piazza Trento e Trieste di Ferrara e il dinamico quartiere Temple Bar di Dublino.

Non mancheranno nella nuova edizione ferrarese le iniziative del Grande Cappello e del Progetto EcoFestival, che rappresentano l’anima solidale ed ecologica della manifestazione. Eventi collaterali e strabilianti novità stupiranno ancora una volta il pubblico, che giunge numeroso da tutta Italia e da ogni parte del mondo per vivere la spensierata meraviglia della musica di strada di tutto il pianeta.

 

www.giornalesentire.it - riproduzione riservata*

Commenti (0)

Articoli correlati