Attualità, Persone & Idee

In corsa contro la violenza

WIRun Trento perchè la violenza non è mai normale

C'erano almeno 1400 persone, il doppio dello scorso anno,  per la corsa non competitiva di 5 km WIRun Trento, che oggi - nella giornata internazionale contro la violenza sulle donne - si è svolta a Trento con partenza e arrivo dal Parco delle Albere per sensibilizzare contro la violenza domestica e sulle donne e sostenere l’attività del Fondo “La violenza non è un destino”.  E molti senza correre hanno voluto lasciare donazioni spontanee al fondo a cui sono destinati tutti i proventi. Una prima stima della raccolta iscrizioni e delle donazioni supera i 12mila euro, raddoppiando la cifra dello scorso anno.

Il Fondo supporta le vittime di violenza e i loro figli e figlie, finanziando i piccoli bisogni concreti necessari ad iniziare un percorso individuale di uscita dalla violenza. È gestito direttamente da Famiglia Materna e da Punto d’Approdo, strutture con una lunga esperienza di accoglienza di donne e minori in situazioni di disagio. Possono accedervi donne di tutto il territorio trentino segnalate dalle strutture e dalle associazioni che in provincia assistono le vittime di violenza.

Durante la WIRun 2018 è stata  data anche visibilità alle associazioni presenti sul territorio trentino che si occupano di supportare le persone vittime di violenza. L'iniziativa si è svolta in collaborazione con Provincia autonoma di Trento, del Comune di Trento e dell'Università di Trento e numerosi sponsor privati riuniti per sostenere i costi dell'organizzazione di questa edizione della WIRun Trento.

Il fondo per le donne

Foto ©MariannaZanetti per WIRun Trento

www.giornalesentire.it - riproduzione riservata*

Gallery

Commenti (0)