Attualità, Persone & Idee

Il Governo della Costituzione ritrovata

Uscita dalla porta la politica rientra sostanzialmente dalla finestra

di Gianfranco D'Anna - E' il Governo della Costituzione ritrovata. Raramente la storia lascia cogliere ai contemporanei il senso degli avvenimenti in pieno svolgimento. La straordinaria metamorfosi della politica, sviluppatasi sotto gli occhi degli italiani, evidenzia come dopo una nemesi lunga 75 anni, in soli 10 giorni la Costituzione ha per la prima volta assunto il ruolo di  protagonista assoluta della Repubblica. Tanto che, parafrasando la mitica cronaca ciclistica, si può esclamare che c’è un Premier solo al comando sui tornanti del Quirinale, la sua maglia è tricolore, il suo nome è Mario Draghi.

Con una accelerazione paragonabile ad un anno luce la svolta di Draghi e del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, che ha avuto un ruolo determinante, ha letteralmente riportato la politica ad una autenticità costituzionale, non solo smarrita ma spesso anche disattesa e che restituisce piena legittimità alle istituzioni.

Lo evidenzia il rigore sostanziale, oltre che formale, col quale si è proceduto alla formazione di una maggioranza pragmatica e di un esecutivo di spiccata competenza per la ricostruzione e la modernizzazione del Paese. Uscita dalla porta la politica rientra sostanzialmente dalla finestra, ma senza detenere più la golden share dell’esecutivo.
(12 febbraio 2021)

Leggi l'articolo integrale su ZERO ZERO NEWS

 

**

LA SCELTA DI SERGIO MATTARELLA

La crisi e le sue evoluzioni impreviste

di Gianfranco D'Anna - Con saggezza, silenzio e totale accortezza e legittimità costituzionale, il Capo dello Stato si è trovato nella non facile situazione di potere comunque sgomberare il campo politico dai due duellanti, Renzi e l’ingombrante Premier Giuseppe Conte, che con i loro scontri hanno paralizzato per mesi governo parlamento e istituzioni.

La battaglia del Conte ter ha lasciato sul campo numerosi perdenti. La svolta del governo Draghi tuttavia non lascia molto spazio ad uno dei due vincitori dell’aspro confronto politico: Matteo Renzi.

Il che aumenta i meriti e lo spessore politico, già altissimi dell’altro protagonista, di fatto vincitore assoluto, ma in maniera discreta e quasi invisibile della contrapposizione fra renziani da una parte e Conte dall’altra, con gli alleati 5 Stelle e Pd: il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella.

E Berlusconi? Per l’ex Cavaliere si è riaperto uno spiraglio politico personale e per Forza Italia. Ma il Governo Draghi probabilmente preleverà dal partito di Berlusconi molto di più di quanto potrà politicamente offrirgli.
(3 febbraio 2021)

Leggi l'articolo integrale su ZERO ZERO NEWS


Autore: Gianfranco D'Anna

www.giornalesentire.it - riproduzione riservata*

Commenti (0)