Arte, Cultura & Spettacoli

Il surrealismo al Lucca Center of Contemporary Art

da Magritte a Dalí, da Miró a Masson, da Matta a Bellmer, da De Chirico a Man Ray

Il surrealismo protagonista al Lucca Center of Contemporary Art dove sono esposte 56 opere su carta – tra incisioni, acqueforti, puntesecche e litografie a colori – all’interno di uno dei più grandi movimenti artistici d’avanguardia del Novecento, il Surrealismo.

La mostra ''La realtà svelata. Il Surrealismo e la metafisica del sogno" inaugurata nel settembre 2020 e curata di Silvia Guastalla e Maurizio Vanni, compie anche un’incursione nel mondo della Metafisica di De Chirico, nell’analisi dell’inconscio e l’interpretazione del sogno di Sigmund Freud, nella psicologia del profondo e lo studio dei simboli di Carl Gustave Jung.

Attraverso le opere di alcuni tra i più grandi artisti, da Magritte a Dalí, da Miró a Masson, da Matta a Bellmer, da De Chirico a Man Ray, l’esposizione vuole dimostrare quanto, nelle proposte visive surrealiste, le componenti dell’alterazione mentale e dell’istinto primordiale direttamente connesso all’inconscio più profondo siano combinate con il lucido desiderio di liberare l’uomo dalle convenzioni e dai preconcetti per riportarlo a desiderare l’essenza del reale.

L’esposizione è organizzata da Lu.C.C.A. e Omina in collaborazione con lo Studio Guastalla Arte Moderna e Contemporanea e con il supporto di Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca. Con il patrocinio di: Regione Toscana, Provincia di Lucca, Comune di Lucca, Camera di Commercio di Lucca, The Lands of Giacomo Puccini, Confindustria Toscana Nord, Confcommercio Province di Lucca e Massa Carrara, Confesercenti Toscana Nord, Confartigianato Imprese Lucca.

La mostra resterà aperta al pubblico fino al 6 giugno 2021.

www.giornalesentire.it - riproduzione riservata*

Commenti (0)