Attualità, Persone & Idee

La Marmolada ricorda:40 anni fa saliva il Papa

La regina delle Dolomiti è patrimonio dell'Umanità

C'era anche il sindaco del paese natale di Giovanni Paolo II, Wadowice, Bartosz Kalinski. Lunedì 26 agosto nella Cappella Grotta della Madonna Regina delle Dolomiti a Punta Rocca (3265 m) è stato ricordato il 40° anniversario dalla salita di Papa Giovanni Paolo II in Marmolada nel 1979, visita voluta dal Pontefice per ricordare l’elezione dell’anno prima del suo predecessore, Papa Albino Luciani.

Nella Cappella il Papa polacco consacrò la statua della Madonna dell’artista bellunese Franco Fiabane battezzata "Regina delle Dolomiti" divenuta oggetto di particolare devozione.

Significativa la testimonianza di Lino Zani, guida e accompagnatore del Pontefice, che con emozione e umiltà ha voluto ricordare le tante giornate passate tra le vette con il Papa. “La montagna era per Giovanni Paolo II senza dubbio un momento di divertimento, ma soprattutto di preghiera. Il silenzio della montagna era la cosa più bella per il Papa e quel silenzio gli permetteva di immergersi in preghiere profonde e quasi mistiche”.

Le funivie “Marmolada – Move to the Top” hanno presentato un video durante questa giornata che ha raccontato quel 26 agosto di 40 anni fa: immagini cariche di significati.  Ed il Sindaco di Wadowice ha raccontato come il Santo Padre amasse queste montagne che gli ricordavano quelle della sua città in Polonia.

www.giornalesentire.it - riproduzione riservata*

Gallery

Commenti (0)