Arte, Cultura & Spettacoli

Musei Civici di Venezia restano online

La rete, usata in pandemia, è preziosa: il progetto ''Scrigni Veneziani''

Con la riapertura dei Musei Civici, la Fondazione arricchisce la propria offerta online con una serie di proposte pensate non solo per essere fruite da remoto ma anche per stimolare sempre più la visita in presenza delle sedi museali cittadine.

“I Musei sono come scrigni preziosi che quando si aprono mostrano un patrimonio fantastico, dei regali meravigliosi”, così il Direttore dei Musei Civici di Venezia Gabriella Belli presenta  Scrigni Veneziani, un progetto rivolto alla scoperta dei tesori che la lunga storia della città lagunare ci ha lasciato, nato per festeggiare i 1600 anni di Venezia.

Interamente fruibile tramite i canali social della Fondazione, Scrigni Veneziani racconta con circa 30 brevi videoclip, la storia degli oggetti più preziosi del patrimonio storico-artistico conservato nei Musei cittadini. Piccole storie «vere» di fatti, persone e oggetti, che ancora trattengono nel loro DNA il sigillo di valori civili e politici, diventano occasione di conoscenza e di divulgazione non solo di opere e artisti ma anche scoperta di aspetti curiosi e tratti inaspettati della vita sociale, politica ed economica della Serenissima.

Per la visita in presenza e le normative di sicurezza dei musei consigliamo di consultare

www.visitemuve.it

www.giornalesentire.it - riproduzione riservata*

Commenti (0)

Articoli correlati