foto Oscar Galletti
foto Oscar Galletti
Viaggi & Reportages

Suggestioni d'autunno: il Parco delle Terme di Levico

Grandi Giardini Italiani: il Parco Asburgico meta prediletta della nobiltà dell'800

Lo storico Parco delle Terme di Levico è magnifico col fogliage autunnale. Creato agli inizi del '900 sull’onda dello sviluppo del termalismo a scala europea, quando Levico Terme, meta prediletta di vacanze della nobiltà austro-ungarica, assurse al rango di città con editto imperiale.

Oggi è il parco storico più grande del Trentino e vi crescono oltre 500 piante, tra cui 76 diverse specie di alberi e 125 specie arbustive. Con tredici ettari di superficie e un grande patrimonio di alberi monumentali, il parco delle Terme di Lévico è il più importante parco storico della Provincia di Trento.

Dal 2016 rientra tra i 22 “Grandi Giardini Italiani”, 134 in 15 regioni. Bellezza, alto livello di manutenzione e apertura alle visite sono i requisiti fondamentali per far parte della rete “Grandi Giardini Italiani”, una vera e propria comunità fatta di proprietari, curatori, storici dell'arte, giardinieri, agronomi, guide e di un innumerevole elenco di professionisti del verde che collaborano per la manutenzione e valorizzazione di un patrimonio botanico che è unico al mondo.

L’area di 12 ettari, che coinvolge anche il Parco delle Terme di Roncegno, ospita maestosi alberi di specie autoctoctone ed esotiche.  Il Parco Storico delle Terme  è il  simbolo della città di Levico Terme la destinazione più importante della Valsugana, per il suo lago, le terme, l'unicità delle sue acque.

La Valsugana  è la prima destinazione al mondo che ha ottenuto la certificazione per il turismo sostenibile secondo i criteri del GSTC, organizzazione nata per volere della Nazioni Unite per concretizzare i 17 obiettivi di sviluppo sostenibile (Sustainable Developement Goals). Un risultato di straordinaria rilevanza, che ha premiato lo stile di vita e i valori che da sempre contraddistinguono questa valle.

Per preservarla e tramandarla alle generazioni future, chi promuove il turismo in Valsugana si appella ai turisti: rallentare i ritmi, evitare l’utilizzo della macchina, ridurre la produzione di rifiuti, acquistare prodotti locali ed entrare in relazione con le comunità contribuiscono a preservare, apprezzare e amare i luoghi e al tempo stesso fanno della vacanza un’esperienza memorabile da portare 'dentro' insieme alla consapevolezza di aver contribuito a rendere il mondo un posto migliore.


info: Tel. 0461 727700
info: www.visitvalsugana.it

parco.levico@provincia.tn.it
http://www.naturambiente.provincia.tn.it/parco_levico/

 


 

www.giornalesentire.it - riproduzione riservata*

Commenti (0)

Articoli correlati