Scienza, Ambiente & Salute

Leggete fiabe, anche ai neonati !

La lettura è uno strumento molto potente sin dai primi giorni di vita

Nell’ambito delle attività organizzate per la Settimana Nati per Leggere (19-27 novembre 2022) la Biblioteca comunale di Lavarone in collaborazione con l'Ufficio per il Sistema Bibliotecario Trentino ha deciso di promuovere per genitori, insegnanti e bibliotecari un incontro molto importante che conferma un dato: l'importanza della lettura fin da piccoli. Le esperienze precoci di lettura hanno infatti un impatto positivo sul neuro-sviluppo del neonato e del bambino. Leggere al neonato aumenta l’esposizione ad una molteplicità di stimoli ed interazioni altamente significative in questa fase di estrema plasticità neurale che hanno a che fare con il suo sviluppo emotivo, sociale, linguistico, cognitivo.

Potrebbe sembrare strano o inutile leggere a un neonato: ha la vista offuscata ed è lungi dal comprendere il significato delle parole. Ebbene dal punto di vista neuroscientifico la lettura è invece uno strumento molto potente per promuovere lo sviluppo cognitivo e comportamentale sin dai primi giorni di vita.

Se ne parlerà martedì 22 novembre, alle ore 20.30 nella Sala della biblioteca di Lavarone con Elena Lorenzi, ricercatrice in Neuroscienze e Psicoterapeuta in formazione presso il CIMeC - Centro Interdipartimentale Mente e Cervello dell’Università di Trento.

Elena Lorenzi, ricercatrice in neuroscienze, spiega che la lettura promuove la socialità, le capacità emotive, l’osservazione, l’ascolto, l’immaginazione e la memoria nei  bambini aiutando a prevenire o mitigare eventuali anomalie del neuro-sviluppo.

L'incontro si colloca nel programma nazionale Nati per Leggere, sviluppato assieme dall’Associazione Culturale Pediatri, l’Associazione Italiana Biblioteche e il Centro per la Salute del Bambino.

www.giornalesentire.it - riproduzione riservata*

Commenti (0)