Scienza, Ambiente & Salute

Quando il cumino fioriva in Siria

di Laura Bonelli

Giunge da una terra che fu “il giardino del mondo” ed ora è luogo di morte e distruzione. Il cumino è originario della Siria ed è una delle spezie cardine della cucina indiana.

Pianta erbacea della famiglia delle “Apiacee” il cumino ha viaggiato in lungo e in largo per il mondo, accompagnato da strane leggende, differenti per ogni terra da lui visitata.

In Germania si usava spargerlo sul pane con la credenza che tenesse lontani gli spiriti della foresta. Nel Medioevo veniva dato da mangiare ai polli perché si diceva che in questo modo non si allontanassero. Per una strana traslazione le donne cominciarono a darne anche agli amanti e ai mariti, con la medesima motivazione.

Il suo profumo pungente e amaro l’ha visto protagonista di preparazioni contro i malefici e in filtri d’amore.
I suoi semi hanno proprietà carminative, digestive, grazie alla presenza dell’olio essenziale, che è anche un ottimo antisettico e ha la qualità di riattivare la circolazione sanguigna.

Recenti studi scientifici guardano a questa spezia per il suo contributo nella riduzione dei valori di trigliceridi e colesterolo e a giovamento delle difese immunitarie.

La cucina orientale e mediorientale propone molte ricette con questi piccoli semi, ecco un contorno estivo di semplice realizzazione per gustare le verdure di stagione con un sapore leggermente insolito.



La Ricetta - FAGIOLINI AL CUMINO
Ingredienti
500 gr di fagiolini spuntati
2 carote
2 pomodori
Uno spicchio d’aglio
Un cucchiaio di semi di cumino
Olio EVO, sale.
Lessare i fagiolini in acqua salata. Grattugiare a julienne le carote e farle appassire in un tegame assieme allo spicchio d’ aglio con qualche cucchiaio d’olio d’oliva. Tagliare a cubetti i pomodori e unire anch’essi. Cuocere per cinque minuti poi aggiungere i fagiolini cotti in precedenza, un cucchiaio di semi di cumino, il sale e far rosolare per una decina di minuti.


Autore: Laura Bonelli

www.giornalesentire.it - riproduzione riservata*

Gallery

Commenti (0)