Attualità, Persone & Idee

Austista, figura professionale sempre più rara

Distanziamento, problemi di sicurezza, responsabilità: servono tutele

Il settore trasporti evidenzia una difficoltà di reperimento della figura professionale di autista. Se da un lato, le aziende sarebbero disponibili ad assumere nuovo personale, dall’altro le persone disoccupate che vorrebbero esercitare tale professione devono fare i conti con l’elevato costo delle patenti e delle abilitazioni necessarie.

Con la pandemia sono sorti nuovi problemi: distanziamento, problemi di sicurezza, responsabilità. Risultato: stress e richiesta di nuove tutele che rendono la professione meno appetibile.

Si è tentato di arginare quanto meno il problema del costo delle patenti: l’Agenzia del Lavoro di Trento ha previsto uno specifico intervento (Intervento 3G) per cui è possibile erogare un contributo ai disoccupati che frequentano i corsi per ottenere le patenti professionali e la Carta di Qualificazione del Conducente (CQC), obbligatoria per chi svolge la professione di autista.

Per ulteriori informazioni: www.agenzialavoro.tn.it

 

www.giornalesentire.it - riproduzione riservata*

Commenti (0)

Articoli correlati