Arte, Cultura & Spettacoli

Gatto Panceri in Terra Santa

Esibizione con il Coro Magnificat dell'Associazione Terra Santa

Il viaggio in Terra Santa è un'idea di vita al di là del lavoro afferma il cantautore. "Sono stato anche in altri posti legati alla religione, sono cattolico ovviamente, e cosa c'è di più bello che andare in Terra Santa? Gatto Panceri dal 31 ottobre al 3 novembre 2019 si esibirà con il Coro Magnificat dell'Associazione Terra Santa e sarà un modo per parlare con il linguaggio della musica di una terra che cerca pace.

"Questa occasione imprevista e bellissima mi consente di portare la mia voce e le mie canzoni fuori dalla mia stanza, dove sono nate, vicino a Monza. Ho scritto per Mina, Giorgia, Bocelli, che a loro volta le hanno portate in giro per il mondo..."Vivo per lei" l'ho scritta io e forse in Israele non è uscita. Le canzoni a volte vanno in posti dove chi le ha scritte forse non andrà mai.

Gatto Panceri, che a Medjugorje ha cantato con ragazzi orfani e poveri, vede i lati positivi di questo viaggio. "L'esibizione non sarà in pompa magna, per contenere i costi. Io attualmente sono in tourné, Ero a Caserta due sere fa. Palco enorme, sei musicisti, luci, maxi schermo. Saremo io, la mia  chitarra più un musicista che verrà con me, la mia voce, le mie canzoni e i ragazzi del Coro Magnificat, in Terra Santa".

Un'operazione che fa uscire dalla solita mentalità commerciale, di sfarzo ed effetti speciali, per cantare per le persone semplici. "Un anno fa ero in una abbazia a Torino per la mensa dei poveri. Nel 2001 Papa Wojtila mi ha voluto per la giornata mondiale della famiglia a S. Pietro, anche in quell'occasione solo con la mia chitarra, seppure in mondovisione". Gatto Panceri si racconta: "Lavoro in una scuola musicale gestita dal Vaticano.
Ho fatto tanti spettacoli per il Movimento per la vita perchè figlio di una ragazza madre. Non è la prima volta che la mia musica 'incontra'. Spero sia degna di quel luogo" conclude.

''Ong Pro Terra Santa  è a servizio della custodia di Terra Santa'' spiega Teresa Cinquina che  ha come missione quella di  creare legami tra Terra Santa  e il mondo. E' nata nel 1995 e vuole contribuire a formare una società migliore attraverso la musica; qui Cristiani, Musulmani ed Ebrei  lavorano e studiano insieme, legati dalla passione per la musica l'arte e dal loro linguaggio universale. Laboratorio di coesistenza dove ciascuno arricchisce l'altro condividendo la propria cultura ed esperianza.

(Laura Perolfi)

www.giornalesentire.it - riproduzione riservata*

Commenti (0)

Articoli correlati