Viaggi & Reportages

La pasticceria golosa del Salento

Susanna Pepe inventa la Bocca di Dama salata

La dolce Bocca di dama, principessa della pasticceria salentina nata nei Conventi, è diventata salata e pure leggermente piccantina.

Susanna Pepe, titolare della Masseria Ficazzana, l'ha concepita in questi tempi di quarantena.
“In questo periodo in cui tutto è fermo e l’unico passatempo è diventata, un po’ per tutti, la cucina, io, che ho fatto della cucina e in particolar mondo della pasticceria la mia passione e la mia professione, non mi sono abbattuta e, a furia di sperimentare ricette nuove, ho inventato la Bocca di dama salata” afferma Susanna Pepe:

Il procedimento che ha utilizzato è lo stesso che si usa per  preparare la Bocca di dama dolce, ma nella versione salata, le cose cambiano. "Ho ricreato un savoiardo salato con peperoncino e semi di papavero, crema pasticciera salata con pomodori secchi, il tutto avvolto in una glassa al pecorino e…. a fare da ciliegina sulla Bocca di Dama è… un bel pomodorino rosso ciliegino. Questa nuova Bocca di dama non profuma di vaniglia, ma di sole del Salento, di pomodorini secchi stesi al sole ed essenze della macchia mediterranea”.

Masseria Ficazzana è infine un importante giardino botanico. I ricercatori dell’Università del Salento coltivano e studiano ben 37 varietà di fichi, assieme alla pera selvatica, un frutto tipico che rischia di estinguersi.
E dai frutteti che circondano la Masseria nascono anche altri fragranti prodotti, molto apprezzati dal mercato.
Come averle? Basta contattare la pagina facebook della Masseria > qui

www.giornalesentire.it - riproduzione riservata*

Gallery

Commenti (0)