Attualità, Persone & Idee

Giornalismo, fra fake-news e responsabilità

Deontologia, questa sconosciuta

E' successo durante due servizi mandati in onda sia dal Tg1 che dal Tg2 lo scorso 24 febbraio: mentre l’inviato Rai parlava in diretta, andavano in onda immagini di missili. Dovevano essere ovviamente i missili russi piovuti sull’Ucraina. Ed invece le immagini erane tratte dal videogame “War Thunder”.

Qualcuno ha chiesto scusa? Non risulta ancora. Eppure i giornalisti della Rai sono quelli con la schiena dritta, quelli coraggiosi, quelli affidabili.

Giova ricordare quanto ebbe a dire Papa Francesco ricevendo in udienza l'Associazione stampa estera in Italia, ha messo in guardia:

"In un tempo in cui molti diffondono fake news, l'umiltà ti impedisce di smerciare il cibo avariato della disinformazione e ti invita ad offrire il pane buono della verità".

"Il giornalista umile è un giornalista libero. Libero dai condizionamenti. Libero dai pregiudizi, e per questo coraggioso. La libertà richiede coraggio".

Manca un dato: alla libertà si deve accompagnare l'Onestà.
E questo come abbiamo visto (anche durante le cronache della pandemia), non sempre accade.

www.giornalesentire.it - riproduzione riservata*

Commenti (0)