Video

Grande successo e bis a ripetizione per l’ormai tradizionale concerto di Fine Anno che ha portato domenica 29 dicembre a Teatro Zandonai, una impeccabile Orchestra Haydn, diretta per l’occasione dal giovane e talentuoso maestro tedesco Felix Bender, vincitore del Ring Award di Graz nel 2008.  In programma spumeggianti polke, valzer e le celebri arie d’operetta che hanno reso famosa in tutto il mondo la famiglia Strauss, ma anche celebri pagine di Franz Lehár, Émile Waldteufel, Gaetano Donizetti e Amilcare Ponchielli.

Sul palco, nel ruolo di solista, in tre splendide partiture la voce di Silvia Micu, brillante soprano di origini rumene, vincitrice del Premio speciale Peter Maag e quello dell’Accademia Filarmonica al Concorso internazionale scaligero Maria Callas di Verona del 2012.

Qui sentiamo la parte finale del BEL DANUNBIO BLU di Johann Strauss

Il Porro lungo dolce di Carmagnola, è caratterizzato da una notevole tenerezza e da un sapore delicato che si accompagna ad una facile digeribilità. Fa parte dei Prodotti Agroalimentari Tradizionali della Regione Piemonte.

Sono 7 i produttori di questa specialità che richiede una lavorazione particolare. Il porro viene prodotto in semenzaio, poi messo a dimora in campo, dove cresce e viene portato a maturazione quindi estirpato con le radici e poi coricato in serre e nuovamente ricoperto di terra. La serra viene oscurata e qui continuerà la sua fase di crescita diventando lungo... bianco. E dolce. Una delizia.  Quando è pronto (dopo circa un mese), misura un metro circa, va lavato, messo in fascine, fornito freschissimo ai mercati. Un lavoro straordinario che prima di finire in pentola richiede pazienza, amore, passione, costanza.

Ecco la prcedura finale prima di arrivare al mercato.

 A Bressanone –  nominata da una Giuria internazionale ‘Città alpina dell’anno 2018’ per il particolare impegno nell'attuazione della Convenzione delle Alpi - dopo il successo degli ultimi 2 anni con 100.000 spettatori totali e le critiche favorevoli, ritorna  il grande show di videomapping, con luci, colori e musica sulle pareti della corte del Palazzo Vescovile (Hofburg), ‘Il sogno di Soliman opera della compagnia di artisti francesi Spectaculaires – Allumeurs d’Images, che già si sono cimentati con grandi show alla cattedrale Notre Dame di Parigi, al Duomo di Chartres e nella Bundesplatz di Berna. 

Da vedere la Place de la Palud, nel cuore della zona pedonale, sempre piena di gente, il palazzo comunale, con la sua architettura severa ed elegante, e al centro c'è una delle fontane più antiche della città con la variopinta statua della Giustizia scolpita nel 1585 (la fontana è invece posteriore di quasi due secoli). Ogni giorno ha luogo uno spettacolo d'altri tempi: un orologio a carillon animato e ornato da figure, al tocco di ogni ora, racconta la storia del Cantone di Vaud. Imperdibile

Da fine agosto ad oggi, oltre 600.000 Rohingya hanno dovuto abbandonare le proprie case nel nord dello Stato del Rakhine in Myanmar, per fuggire alle violenze e alle uccisioni. La metà sono bambini.

Guarda qui il video di Medici senza Frontiere ed effettua subito una donazione   clicca qui