Attualità, Persone & Idee

Si gira il film su Chiara Lubich

Riprese a Rovereto, Trento e Pergine

"Si può essere forti anche essendo miti, anzi è proprio così che si è forti" aveva detto il Capo dello Stato, Sergio Mattarella, al Centro Mariapoli “Chiara Lubich” a Cadine di Trento,  all'evento clou del centenario della nascita della fondatrice del Movimento dei Focolari. A calarsi nei suoi panni la brava e dolcissima Cristiana Capotondi (nella foto), attrice perfetta nei film a soggetto storico.

‘Il mio approccio a Chiara Lubich è laico. Desidero interpretare il suo messaggio universale, di pace, che deve essere fatto nostro” spiega l'attrice.

E' con la forza e la mitezza di questa donna, che viene ricostruita la vicenda nel film finanziato da Trentino Film Commission. "Chiara Lubich - Il mondo come una famiglia", con regia di Giacomo Campiotti, andrà in onda su Rai1.

“Cerchiamo di toccare il cuore delle persone tramite la figura di una donna speciale, abbiamo la possibilità di girare alcuni ciak anche nel rifugio antiaereo, sotto la chiesa dei Cappuccini di Trento” aggiunge il regista.

Molte location e il primo ciak vengono da Rovereto, anche se la storia è ambientata nella Trento dell'immediato dopoguerra. Il ciak iniziale del film a Palazzo Bossi Fedrigotti, ma sono stati scelti anche altri deliziosi scorci del centro storico. Le riprese dureranno un mese circa tra Rovereto, Trento e Pergine.

Si tratta di un film straordinariamente attuale, su un progetto nato 4 anni fa che ci permette di conoscere Chiara Lubich a 23 anni, di incontrare una giovane donna e il suo sogno, quello di lavorare per realizzare la fratellanza universale”, commenta il produttore creativo Saverio D’Ercole.

Sceneggiato da Francesco Arlanch, Giacomo Campiotti, Luisa Cotta Ramosino, Lea Tafuri, il tv movie è una coproduzione Rai Fiction - Casanova Multimedia. Il film in Trentino vede il supporto della Film Commission.

www.giornalesentire.it - riproduzione riservata*

Commenti (0)

Articoli correlati