Arte, Cultura & Spettacoli

Rovereto - XXX Rassegna del Cinema Archeologico

Première della docufiction su Paolo Orsi, della Filmwork

Dal 2 al 6 ottobre a Rovereto, un vero e proprio palinsesto cinematografico viene dedicato all’antichità: quest'anno 49 nuovi film provenienti da 19 nazioni diverse, 3 incontri, un evento speciale di celebrazione del trentennale della Rassegna con la première della docufiction su Paolo Orsi, della Filmwork.

La XXX Rassegna Internazionale del Cinema Archeologico di Rovereto, organizzata dalla Fondazione Museo Civico di Rovereto con il sostegno del Comune di Rovereto è una full immersion nella storia, nell’arte, nell’archeologia, nelle culture del passato che tornano presenti con immagini spettacolari e suggestive sul grande schermo, e con i racconti dei protagonisti.

La collaborazione con National Geographic Italia, media partner della manifestazione e con la rivista Archeo, consentono di dar vita ad una settimana in cui gli appassionati di scienza della storia spaziano tra secoli e millenni. Cornice dell'evento il Teatro Zandonai, dove gli spettatori voteranno le pellicole meritevoli del premio Città di Rovereto, il film più gradito dal pubblico.

Il premio più importante sarà il premio Paolo Orsi attribuito da una giuria internazionale di esperti, che assegnerà agli autori del film vincitore un premio in denaro. Al grande archeologo è dedicata anche una docufiction della Filmwork.

Sono tantissimi gli argomenti toccati dai nuovissimi 49 film in palinsesto in questa edizione. L’obiettivo va sulle origini dell’uomo e la preistoria, sull’Egitto e le civiltà fiorite nel Mediterraneo, per Roma, per il Medioevo, per le civiltà africane o orientali, per i nativi americani, la preistoria di Malta, la paleontologia dell’Alaska e molto altro ancora di curioso e affascinante, come gli sforzi per preservare e ricostruire il patrimonio culturale perduto grazie alle nuove tecnologie.

Oltre 1200 i film arrivati alla Rassegna da tutto il mondo per la prima scrematura, per arrivare poi, con una strettissima selezione, alla cinquantina di film in programma, che cercano di coprire un ampio panorama storico e geografico, oltre a garantire un’elevata qualità della proposta cinematografica. Numerose produzioni italiane di qualità: 21 su 49 film da tutto il mondo.

 

www.giornalesentire.it - riproduzione riservata*

Commenti (0)

Articoli correlati