Arte, Cultura & Spettacoli

Festival chitarristico delle due Città

Treviso e Mestre ad essere capitali europee della chitarra

Il Festival Chitarristico Internazionale “Delle due città” quest' anno candida Treviso e Mestre ad essere capitali europee della chitarra e terra di incontro, di arti e culture diverse. E parte con un evento di grande intensità emotiva: il “Concerto d’amore in versi” con l’attore Fabio Testi interprete di Neruda, Salinas, Prevert (7 settembre).
Il tema del Festival è “New Classical World”. Il direttore artistico della manifestazione, M° Andrea Vettoretti,  descrive così un nuovo modo di fare e vivere la musica. E saranno otto i concerti in programma a dimostrarlo.

Lo spettatore viene portato in un viaggio emozionale attraverso la forza espressiva del Flamenco Nuovo, il passionale Tango, l’essenziale musica classica, la coinvolgente musica e danza Armena, i ritmi Brasiliani e Argentini, la brillante musica Spagnola nelle sue diverse espressioni popolari e colte in un incontro dove la tristezza, l’allegria la profondità dei sentimenti e la bellezza si mescoleranno e saranno la sola chiave per la piena espressione di tutti i concertisti.

Nato nel 2003 il Festival Chitarristico delle Due Città decide da quest’anno di sposare una prospettiva metropolitana, spostando su Venezia, in particolare su Mestre, il programma finora riservato a Roma; ad organizzare la manifestazione, giunta alla 17° edizione, è l’associazione Musikrooms, in collaborazione con Comune di Venezia, Comune di Treviso, Provincia di Treviso e Regione Veneto.
 

Il programma 2019

Sabato 7 Settembre – L' Auditorium Museo di Santa Caterina di Treviso è sede dei primi 5 spettacoli con “Concerto d’amore in versi” con l’attore Fabio Testi in un itinerario poetico-musicale attraverso le composizioni poetiche di Pablo Neruda, P. Salinas, J. Prevert.

Venerdì 13 Settembre il Duo Talisman Danza e musica Armena.
Un viaggio attraverso i continenti fra occidente e oriente toccando la diversità culturale oltre alle composizioni originali di Laurent Boutros, ispirato dalle musiche popolari d'Armenia e altri paesi Caucasici. Seconda parte del concerto sarà affidata a Tom Kerstens è uno delle maggiori figure in campo chitarristico e Leader del GPlus Ensemble.

Sabato 14 Settembre “Saudalgia” Musica e canto dal Brasile con Sergio Fabian Lavia e Dilene Ferraz La loro musica riflette la ricchezza culturale dell’Argentina e del Brasile, formando un insieme di esperienze plasmate da suoni tradizionali fusi con aspetti più sperimentali. Seconda parte con Roberto Fabbri riconosciuto a livello internazionale come uno dei maggiori esponenti della chitarra classica contemporanea, presenta il suo Album “nei tuoi occhi” uscito con Sony.

Venerdì 20 Settembre “Opera e Danze” & “Spagna!”
Un concerto che rievoca le emozioni delle grandi opere e le danze più espressive della storia della musica. Le seicorde si fondono con il pianoforte ed il Flauto per un viaggio senza confini.
A seguire le struggenti melodie Iberiche del grande compositore Spagnolo Joaquin Rodrigo.

Sabato 21 Settembre Tango con l’argentino Orlando Di Bello Bandoneón e Carles Pons Chitarra con un repertorio interamente dedicato alla tradizione musicale del tango: arrabaleros, milongas,nuevo tango. L'espressione musicale del tango ha, in particolare negli ultimi anni, conquistato le platee di tutto il mondo per lo stile elegante e al tempo stesso passionale che lo rende unico. Il Duo ha raggiunto rapidamente il successo di pubblico e critica ed stato fin da subito inserito in numerosi festival musicali in Europa e Sud America.

La kermesse continuerà a Mestre:
Venerdì 27 Settembre – Auditorium Centro Candiani – ore 20.45
Flamenco Nuovo con i “MEDITERRANEA” con lo spettacolo “La Spagna Di Federico Garcia Lorca” con Cante, Baile, chitarra flauto, cajon. Il progetto è un itinerario musicale attraverso le canzoni e le composizioni poetiche di Federico Garcia Lorca. La chitarra accompagnerà lo spettatore in un viaggio sentimentale, alla scoperta delle creazioni mitiche, come la figura del “gitano” e del “torero”, fuoriuscite dalla penna del poeta più sensibile. Sono arie dai forti colori locali intrise di tutte le varianti del dolore sempre dominato dall’amore e dalla morte, dove l’eterna domanda, tipicamente lorchiana, rimane sempre senza risposta.

Sabato 28 Settembre – Auditorium Candiani – ore 20.45 “Real...mente Napoli” Real Duo e Tommaso Chimenti
Un concerto di brani selezionati dal grande repertorio della “Canzone Classica Napoletana”. Dall’accorata interpretazione di “ Era de Maggio” a “ Maria Mari”, da “ Voce ‘e notte” a “Uocchje c’arraggiunate”, un susseguirsi crescente di brani vocali e strumentali, come la travolgente “Tarantella di Calace”, “Torna a Suriento”, “Reginella “, trascrizioni eleganti e delicate che arricchiscono di colori queste musiche, senza tuttavia alterarne la semplicità e la schiettezza.
Organico: Chitarra, Mandolino, Canto.

Sabato 5 Ottobre – Teatro Momo – ore 20.45 “Tango!” Se.Go.Vi.O. Quartet
Il nome del Quartetto Se.Go.Vi.O. nasce dall’unione dei cognomi Seminara-Gori-Vignani-Oglina per ricordare, con un pizzico di ironia, la figura del grande chitarrista spagnolo Andrés SegoviaIl repertorio scelto pone l'accento sulle possibilità espressive di ogni strumento: l'impatto timbrico che nasce dall'incontro delle corde pizzicate con lo strumento a mantice e i fiati costituisce il terreno ideale per dare vita alle graffianti sonorità tipiche del Sud America dove, a ritmo di tango, si parte dall'Argentina alla volta di Cuba.
Organico: Chitarra, Flauto, fisarmonica, Clarinetto.

 

17° Festival Chitarristico Internazionale
“Delle due Città”
Treviso – Venezia Mestre
Il New Classical World dal 7 Settembre al 5 Ottobre 2019

www.giornalesentire.it - riproduzione riservata*

Commenti (0)