Viaggi & Reportages

Danimarca, qui si vive hygge!

La felicità tutti i giorni: il paese vuole entrare nei patrimoni immateriali Unesco

Benché sia difficile da spiegare e forse ancor più difficile da pronunciare, la parola danese “hygge”  sta diventando sempre più conosciuta e trendy. Ma hygge è qualcosa di tanto danese che non si può tradurre. Per provare a spiegarla, diremo che significa creare un'atmosfera accogliente, piacevole, intima mentre si assaporano i piaceri della vita circondati dall'affetto delle persone care.

E quindi: stare con gli amici, condividere il cibo, prendersi tempo per le relazioni. Ritrovarsi attorno ad un falò, ballando in piazza o facendo un giro in bici. Con più di 12,000 km di piste ciclabili, terreni agevoli e distanze brevi tra i villaggi e città, la Danimarca è un paese fatto apposta per i ciclisti.

Vivere all'aperto è vivere Hygge. La natura selvaggia e preservata della Danimarca è la sua cifra stilistica. Le interminabili spiagge di sabbia bianca, i paesaggi naturali selvatici, festival, le giornate lunghe e piene di luce sono il contesto di un ritrovo hygge, ma anche i prati attorno alla capitale. Il luogo più suggestivo per un contatto con la natura direttto è alle Isole Faroe un gioiello sconosciuto dell'oceano Atlantico, così piccole da passare quasi inosservate.

Ma è davvero possibile accendere l'interruttore della felicità? La Danimarca dice di sì: tutti possiamo vivere Hygge e il paese vuole riconoscere ufficialmente il valore di questo stile di vita, antidoto a paure, stress e tensione. Per questo ha chiesto che questo modo di vivere possa entrare tra i patrimoni dell’UNESCO.

Durante l’estate in Danimarca non mancano eventi: rappresentazioni storiche, festival culturali ed eventi musicali: dal Festival del Jazz al Festival dell’Opera all’aperto a Copenaghen. Ma questo è anche il luogo dove scoprire una diversa gastronomia. E Copenaghen è la capitale della gastronomia del Nord Europa.

Per scoprire tutti gli eventi www.visitdenmark.it

www.giornalesentire.it - riproduzione riservata*

Gallery

Commenti (0)

Articoli correlati