Arte, Cultura & Spettacoli

I 100 anni di Sordi e Fellini

Mostra a Roma grazie alle immagini del paparazzo d'eccellenza: Carlo Riccardi

Due grandi. Due grandi italiani. Avrebbero compiuto 100 anni in questo 2020 ed entrambi hanno scritto una pagina importante del cinema italiano. Federico Fellini e di Alberto Sordi sono i protagonisti di una mostra che si dipana sugli scatti di Carlo Riccardi.

 Fellini-Sordi, 100 anni per i protagonisti del cinema italiano ( presso Spazio5 di Roma in via Crescenzio 99/d) offre oltre 70 scatti del fotografo, patrimonio dell’Archivio fotografico Riccardi, della Soprintendenza Archivistica del Lazio. Occasione non solo per celebrare il genio e il peso che Fellini e Sordi hann avuto sulla cultura italiana ma anche per aprire uno squarcio sul costue del loro tempo migliore dai backstage alle serate mondane tra premi internazionali e cene eleganti.

Alberto Sordi, romano di Trastevere, ha rivestito una maschera unica, tragica e grottesca, cinica e comica allo stesso tempo, in cui i romani per primi ma gli italiani tutti si sono rispecchiati.
Federico Fellini, di madre romana e romano d’adozione, ha rappresentato il simbolo dell’Italia nel mondo e la fonte d’ispirazione per decine di cineasti. Entrambi nella Capitale hanno vissuto e l’hanno raccontata non solo con i film ma anche partecipando a infiniti eventi mondani, impreziosendoli e ravvivandoli, raccogliendo premi e conferendo alla Città Eterna quel tocco di immortalità moderna e appassionata.

Oltre a rappresentare due pilastri del cinema italiano incarnavano il sentimento di rinascita che ha caratterizzato l’Italia nel dopoguerra: il desiderio, la speranza, la forza e l’audacia espressi nei personaggi interpretati o diretti.

 “Pensiamo che l’idea di evidenziare queste tristi somiglianze tra due periodi profondamente diversi ma molto simili per alcuni sentimenti possa servire per immaginare la messa in campo di strutture collettive in grado, da tutti i punti di vista, di aiutare la comunità e il sistema Paese a superare le avversità e ricondurci verso un periodo di prosperità civile, culturale e sociale”, commenta Maurizio Riccardi, fotografo e Direttore dell’Archivio fotografico Riccardi.

La mostra, da lunedì 6 luglio al 30 agosto (salvo settimana di ferragosto), sarà visitabile allo Spazio5  sede dell'Istituto Quinta Dimensione tutti i giorni dal lunedì al venerdì dalle 16 alle 20. L'istituto gestisce l'Archivio fotografico Riccardi, iscritto presso la Soprintendenza Archivistica per il Lazio in quanto considerato Patrimonio di interesse Nazionale.  Raccoglie oltre tre milioni di negativi originali che ritraggono infiniti momenti più o meno noti della vita politica, sociale e di costume che hanno caratterizzato gli ultimi 75 anni di storia italiana.

Un immenso archivio realizzato negli anni dal paparazzo per eccellenza, Carlo Riccardi, e conservato con cura dal figlio Maurizio, che rappresenta un tesoro di informazioni su eventi e personaggi che di fatto hanno scritto la storia della Repubblica Italiana.

**

Fellini-Sordi, 100 anni per i protagonisti del cinema italiano   
Spazio 5, via Crescenzio 99/d Roma
Dal 6 luglio al 30 agosto

www.giornalesentire.it - riproduzione riservata*

Gallery

Commenti (0)