Arte, Cultura & Spettacoli

Brigitte Niedermair, ''Me and fashion''

fino al 24 novembre 2019 a Palazzo Mocenigo

Brigitte Niedermair, artista sudtirolese, da oltre vent’anni fotografa l’universo femminile. Nel panorama della fotografia di moda,  è una presenza del tutto unica, che declina la moda contemporanea con un linguaggio che si nutre di riferimenti alla storia dell’arte. Il suo sguardo femminile si impone con forza in un sistema di immagini dominato da una visione che è solitamente maschile. Vive a Merano e lavora tra Parigi, Milano, Londra e New York.

Dal 9 maggio al 24 novembre 2019 a Palazzo Mocenigo è allestita  la mostra personale "Me and Fashion 1996 – 201" che racconta, attraverso trenta immagini e still life dedicati al mondo della moda, oltre due decadi di attività fotografica. La mostra, curata da Charlotte Cotton con la direzione scientifica di Gabriella Belli e ospitata al primo piano del Museo è una interazione dinamica tra le fotografie dell’artista e l’architettura e gli arredi del XVII e XVIII secolo del palazzo.

Negli ambienti un tempo privati della famiglia Mocenigo, scanditi da un’alternanza tra spazi intimi e imponenti, Brigitte Niedermair lavora inserendo i suoi tableaux di foto di moda e di natura morta, con una potente intenzione installativa.

Dal fascino ricercato e dall’eleganza formale, gli scatti di Brigitte Niedermair dialogano con l’atmosfera e con le opere presenti in ogni sala. L’artista ha selezionato e rimosso diversi dipinti della collezione Mocenigo, sostituendoli con le sue immagini che interagiscono con lo spazio in modo poetico, talvolta provocatorio, creando un corto-circuito intorno al tema dell’identità e del genere.

La femminilità di stampo classico, evidente nelle opere del XVII e XVIII secolo conservate nel museo, crea un forte contrasto con l’ideale di donna ritratto nelle immagini di Brigitte Niedermair: una potente figura femminile, consapevole della propria identità e del suo ruolo nella società contemporanea.

Brigitte Niedermair (Merano, 1971) dagli anni Novanta, i suoi progetti si sono incentrati sul significato dell’identità, le modalità di rappresentazione del corpo femminile e il ruolo dell’osservatore. In generale, l’approccio di Niedermair alla fotografia è stato una costante esplorazione del tempo e della memoria che si riflette sui linguaggi della storia dell’arte.

Il suo lavoro è stato oggetto di mostre internazionali e le sue immagini di moda sono state incluse in prestigiose pubblicazioni internazionali tra cui CR Fashion Book by Carine Roitfeld, Harper’s Bazaar, Wallpaper*, Dior Magazine, W, Citizen K, and Vogue Italia. Le sue opere appartengono a collezioni private, musei e istituzioni pubbliche in Italia e all’estero.

La rassegna dedicata a Brigitte Niedermair si inserisce nell’ambito di MUVE Contemporaneo, il progetto promosso da Fondazione Musei Civici di Venezia e giunto alla sua quarta edizione, che propone mostre, eventi e performance in dialogo serrato tra antico e contemporaneo, nel contesto della 58a Biennale d’arte contemporanea. La mostra è occasione per presentare l’omonima monografia pubblicata da Damiani, con un’ampia selezione di immagini sul mondo della moda tratte dall’archivio dell’artista e per la prima volta raccolte in un libro.

 

BRIGITTE NIEDERMAIR
ME AND FASHION 1996 - 2018 - A cura di Charlotte Cotton
Direzione scientifica di Gabriella Belli, direttore Fondazione Musei Civici di Venezia
Dal 9 maggio al 24 novembre 2019
Museo di Palazzo Mocenigo.Venezia

 

www.giornalesentire.it - riproduzione riservata*

Commenti (0)

Articoli correlati