Arte, Cultura & Spettacoli

Livio Seguso, in principio era la goccia

Omaggio a Murano, al Museo del Vetro, fino al 2021

Il Museo del vetro di Murano possiede  un patrimonio inestimabile: la collezione di vetri storici e quella assolutamente superlativa di perle, costituita da 85 cartelle campionarie contenenti 14.182 perle.

Il Museo organizza però anche mostre temporanee. E' in corso l'omaggio al maestro Livio Seguso con una grande restrospettiva dal titolo "In principio era la goccia". con la curatela scirntifica di Chiara Squarcina e Gabriella Belli.

Artista di fama internazionale, Seguso è nato nel 1930 a Murano dove vive e lavora E' stato un pioniere fin dagli anni Settanta nell’uso del vetro come medium espressivo per l’arte e ancora oggi continua la sua attività con pari forza creativa. Centocinquanta le esposizioni in Italia e nel mondo fra personali e collettive fino ad ora, tra cui la 36a e la 42a Biennale d’Arte di Venezia nel 1972 e 1986, e nel 1995 Arte Laguna, con il patrocinio della Biennale di Venezia.

Fra le personali più importanti quella a Ca’ Pesaro Galleria internazionale d’arte moderna nel 1980, a Palazzo Ducale di Mantova nel 1981, al Castello Sforzesco di Milano nel 1982, alla Galleria Nazionale di Praga nel 1984, alla Casa dei Carraresi, Treviso nel 2007, alla National Museum of History, Taipei, Taiwan nel 2008, fino alla grande mostra del 2014 all’Ukai Museum di Hakone, Tokyo, dove ha presentato sculture inedite, pitture e disegni.

Il Museo del Vetro nasce nel 1861 su iniziativa di Antonio Colleoni, allora sindaco di Murano e dell’abate Vincenzo Zanetti, cultore di arte vetraria, con l’idea di istituire un archivio di testimonianze sulla storia e la vita dell’isola, che, dalla caduta della Repubblica di Venezia (1797), ha vissuto un lungo periodo di crisi, da cui sta iniziando a riprendersi. Ben presto sull’archivio prende il sopravvento il museo, grazie a numerose donazioni di vetri antichi e contemporanei da parte dalle fornaci muranesi, che nella seconda metà dell’Ottocento hanno ricominciato a lavorare intensamente.

A supporto della loro attività, l’abate Zanetti nel 1862 annette al museo anche una scuola ove i vetrai studiano disegno e i vetri del passato là conservati. Dopo l’annessione di Murano al Comune di Venezia nel 1923, il museo entra a far parte del patrimonio della città, le collezioni vengono riordinate nel 1932 da Giulio Lorenzetti e Nino Barbantini e arricchite con i vetri di altre raccolte civiche veneziane. Il museo acquisisce così preziosi pezzi rinascimentali e in seguito, grazie a depositi della Soprintendenza archeologica, anche un importante nucleo di vetri antichi provenienti da scavi.

**

LIVIO SEGUSO In principio era la goccia
Dal 15 ottobre 2019 al 28 febbraio 2021
Murano, Museo del Vetro

A cura di Chiara Squarcina
Direzione scientifica Gabriella Belli

LIVIO SEGUSO In principio era la goccia Dal 15 ottobre 2019 al 28 febbraio 2021 Murano, Museo del Vetro

https://museovetro.visitmuve.it/it/mostre/mostre-in-corso/livio-seguso-in-principio-era-la-goccia/2018/02/17875/livio-seguso/

> Il Museo del Vetro

www.giornalesentire.it - riproduzione riservata*

Gallery

Commenti (0)

Articoli correlati