Attualità, Persone & Idee

Cesare Battisti, che ergastolo inizi

Fermata la Primula Rossa, non le polemiche

Strana storia quella italiana: annovera due Cesare Battisti. Uno eroe, punto di riferimento della costruzione dell'Italia, l'altro anti-eroe odiatissimo e assassino.

Dopo una vita da fuggiasco, protetto da svariati governi finalmente è stato fermato. Cesare Battisti è stato arrestato il 12 gennaio 2019 da una squadra speciale dell'Interpol formata anche da investigatori italiani e brasiliani mentre camminava in una strada di Santa Cruz de La Sierra, popolosa città nell'entroterra boliviano.

Secondo alcuni media aveva bevuto molta birra, non avrebbe proferito parola e opposto resistenza.

In un battibaleno è arrivato in Italia dove il suo arrivo ha destato le polemiche a tutti note: una parata all'aeoporto (negativa ma pur sempre parata),  un ministro che fa il filmino e viola il codice che protegge anche un detenuto in quanto persona umana, e un vice-premier che incassa il risultato con parole assai poco misurate.

Mai una volta che l'Italia si distingua per classe: ha tanto talento (vedi capacità investigatova e arresto), ma ancora poca, pochissima classe. E sempre per colpa di chi la governa.

www.giornalesentire.it - riproduzione riservata*

Commenti (0)