Viaggi & Reportages

Il tartufo bianco, re di Alba

90^ Fiera Internazionale evento di punta per buyer ed estimatori

(Alba 11 ottobre 2020) - La Fiera Internazionale del Tartufo Bianco d’Alba (10 ottobre - 8 dicembre 2020) è ormai evento di punta e punto di incontro per i buyers a livello internazionale, oltre che evento folkloristico.

Celebrare un 90° con il Covvid non era la migliore delle prospettive ma la Fiera Internazionale del Tartufo Bianco d’Alba rispetterà e tutelerà la sicurezza e la salute di espositori, visitatori, lavoratori, collaboratori e cittadini albesi.

"Abbiamo adottato con scrupolo protocolli anti-contagio, disposizioni applicative e misure di prevenzione indicate dal Ministero della Salute e dalla Regione Piemonte" affermano i promotori che hanno approntato indicazioni per gli accessi al Centro Storico valide per il pubblico partecipante alla Fiera, per i residenti, per i commercianti, per i lavoratori, per gli ospiti delle strutture ricettive ed i disabili e per coloro che si recano nel Centro storico di Alba.

Si può accedere alla zona dei singoli eventi del centro storico della città, attraverso “porte” di accesso e uscita. Dette zone sono state create per confinare e circoscrivere l’area in modo da monitorare il numero delle presenze. L’ area rossa è accessibile direttamente attraverso i “varchi” di Via Vittorio Emanuele II, Via Cavour angolo p.zza san Francesco (per i sabati 10 e 17 ottobre), Piazza Garibaldi angolo P.zza San Francesco (per le domeniche 11 e 18 ottobre) e  Via Vernazza.

Attraverso i “varchi” sopra indicati gli operatori di sicurezza e addetti steward, procedono al conteggio dei passaggi, alla misurazione della temperatura corporea per il pubblico e al controllo di Sicurezza. Sono stati previsti inoltre “varchi” di collegamento tra la “zona rossa” e la “fascia intermedia di transito” (arancio) dove operatori di sicurezza ed addetti steward procedono al conteggio del pubblico ed al controllo sicurezza con il monitoraggio degli accessi e alla misurazione della temperatura ed il tracciamento della presenza.

info > qui

**

Il tartufo bianco, re di Alba
Edizione 2019 - di Corona Perer

(ottobre 2019 - di Corona Perer) - La XX edizione dell'asta mondiale del Tartufo Bianco d'Alba svoltasi al Castello di Grinzane (Cuneo) , ha segnato un altro record: un pezzo da 1 kg e 5 grammi, è stato batutto a 120.000 euro ad un imprenditore di Hong Kong rimasto anonimo. E' il «Tartufo Reale» 2019, che segna l'Asta Mondiale 2019 promossa ogni anno dall’Enoteca Regionale Piemontese Cavour e dal Consorzio di tutela Barolo Barbaresco Alba Langhe e Dogliani, con il supporto della Regione Piemonte e di Enit.

Il cuore della manifestazione, dedicata al Tuber magnatum Pico, è l'area espositiva ubicata in pieno centro storico a cui fanno riscontro lungo la via Maestra, tutta imbandierata e cuore dello struscio cittadino, i negozi e le bacarelle, dove si contratta, si compra, si vende e si degusta. E' il luogo giusto dove si possono incontrare anche... i tartufari eccellenti: tra questi (ci dicono) un Raìs del mestiere: Rozzano. Maestoso nella mole e furbo nello sguardo si accende subito appena lo si avvicina ma appena capisce che il vero interesse non è un tartufo, ma (come nel nostro caso) una foto, saluta sbrigativanente facendo capire di avere altro da fare. La fiera è business, del resto!

Il Mercato Mondiale del Tartufo Bianco d’Alba è un momento dove tradizione competenza, enogastronomia si incrociano e danno vita ad una festa con l’Alba Truffle Show (lo spazio degli Show Cooking con i grandi chef), le Analisi Sensoriali del Tartufo, le Wine Tasting Experience ed i gemellaggi con territori d’eccellenza.

Ma la Fiera è anche folclore e la narrazione di un distretto tra le colline di Langhe, Roero e Monferrato dove le eccellenze sono tante tra vino, nocciole ed appunto tartufi. Arrivano da molto lontano per questa Fiera, persino da Pantelleria: è il caso della Cantina Basile, salita da contrada Bukkuram fino al Piemonte, per portare il suo passito di uva zibibbo.

Girando in città c'è anche il mercato biologico del sabato e concept-store dove storia e ricerca aiutano a far girare i sapori del mondo...e la testa. E' il caso della Drogheria in piazza Pertinace 7. Non solo un negozio ma un progetto dedicato all’eccellenza delle produzioni artigianali e dei produttori italiani. E' aperto negli orari in cui gli altri chiudono, ci trovi whisky e creme, cioccolattini e shampoo a base di prodotti naturali, occhiali vintage e acque pregiate, ma attenzione: tutti prodotti sono scelti con cura e attenzione Un corner è interamente dedicato ai prodotti Baratti&Milano e ci sono anche stoviglie pregiate RichardGinori.

La titolare Manuela ha compiuto una vasta ricerca e selezione di distillati provenienti da tutto il mondo della Compagnia dei Caraibi e generi alimentari di prestigio a provenienza garantita: riso, pasta, farine, zucchero, sale, miele, vino, confetture di vari tipi, verdure e prodotti freschi provenienti dal Mercato della Terra di Alba. E poi una grande varietà di spezie, tè e infusi, teiere e accessori nonchè un’ampia gamma di attrezzature professionali per bartender. E nei giorni della fiera del tartufo è naturalmente aperto, anche di domenica.

(novembre 2019)

www.giornalesentire.it - riproduzione riservata*

Gallery

Commenti (0)