Viaggi & Reportages

Santa Massenza, grappa artigianale e alambicchi accesi

Patrizio Roversi gran cerimoniere dell'evento

Numerosissimi ospiti, molti dei quali da fuori provincia, hanno affollato anche quest'anno le stradine del piccolo borgo di Santa Massenza di Vallelaghi, rapiti dalla magia dello spettacolo proposto dalla compagnia teatrale Koiné per La notte degli alambicchi accesi, facendo registrare un tutto esaurito in tutte le cinque performance andate in scena dal 6 all'8 dicembre.

Oltre 1.200 persone, suddivise in cinque spettacoli, nel corso della tre giorni sono state guidate dalla  voce narrante di Patrizio Roversi che li ha condotti attraverso le cinque distillerie del paese, in cui attori e produttori hanno potuto illustrare, in maniera ironica e divertente, aspetti storici e antropologici della grappa trentina.

Significativo il dato che un buon 70% del pubblico proveniva da fuori provincia, soprattutto Veneto, Lombardia, Emilia Romagna e Toscana, portando di conseguenza una interessante ricaduta turistica sul territorio.

Soddisfatta l'Associazione culturale "Santa Massenza Piccola Nizza de Trent" che ha creato la manifestazione 12 anni fa con l'intento di celebrare la grappa trentina e raccontarne storia, curiosità e caratteristiche.

Un evento ormai entrato a far parte della tradizione, organizzato grazie al supporto di APT Trento Monte Bondone Valle dei Laghi e di Trentino Marketing e con il coordinamento della Strada del Vino e dei Sapori del Trentino nell'ambito della promozione delle manifestazioni enologiche provinciali denominate #trentinowinefest.

www.giornalesentire.it - riproduzione riservata*

Gallery

Commenti (0)

Articoli correlati