Scienza, Ambiente & Salute

JJ4 salvata dal Tar

Esultano gli animalisti

Il Tar di Trento ha accolto, parzialmente, il ricorso, presentato dalle associazioni animaliste e ambientaliste contro l'ordinanza di abbattimento dell'orsa JJ4 firmata dal presidente della Provincia autonoma, Maurizio Fugatti, che aveva aggredito padre e figlio sul monte Peller.

L'orso, un’esemplare femmina, di 14 anni, era stato identificato dall'Unità di Ricerca di Genetica di Conservazione della Fondazione Edmund Mach (FEM) con analisi genetiche condotte sui campioni organici costituiti dalle macchie salivari presenti sui vestiti delle due persone aggredite e rimaste ferite.

Soddisfatto il ministro all'Ambiente, Sergio Costa, un po' meno il governatore Fugatti "Noi lavoriamo per la cattura" ha detto commentando la decisione del Tar di Trento.

In Trentino ci sono fra gli 82 ed i 93 esemplari a cui si aggiungono i nuovi cuccioli. 

 

 

***

Incontro con l'Orso, come comportarsi

- Mettere davanti a voi un oggetto, ad esempio il cestino dei funghi o lo zaino.
- Mantenete   la   calma:  nemmeno   l’orso   può   sapere   cosa   intendete   fare.
- Dovete   fargli  capire   che   non   siete   aggressivi 
- Restate   tranquilli  e   fatevi  notare   dall’orso   parlando   ad   alta   voce   e   muovendo   le   braccia.
- Non   allontanatevi  di  corsa.
- Evitate   di  fare   qualsiasi  cosa   che   l’orso   possa   percepire   come   una   minaccia. 
- Non   tirategli  dei sassi  o   dei  legni  e   non   tentate   di  scacciarlo   con   genti  minacciosi  o   urla.
- Per  la   vostra   sicurezza,  evitate   di  scattare   delle   fotografie   a   un   orso.
- Denunciate   ogni  avvistamento   al  guardacaccia   o   ai  rangers
- Evitate   i  cespugli  fitti  di  bacche.
- Se   vi  trovate   in   una   folta   vegetazione,  fate   del  rumore   (parlando   ad   alta   voce,  cantando,
fissando   una   campanella   sul  bastone   o   legandovela   alla   caviglia).
- Non   foraggiate   gli  orsi  né   attirateli  con   del cibo.
- Se non vi fosse possibile adottare queste contromisure meglio sdraiarsi a terra in posizione fetale proteggendo la testa con le braccia.

Situazioni  particolarmente   pericolose:
- Orso ferito
- Incontro   ravvicinato   con   un’orsa   assieme   al  suo   piccolo
- Turbamento   di  un   orso   nella   sua   tana   mentre   sta   mangiando   una   carogna
- Turbamento   del  letargo   invernale   di  un   orso
- Interazione   tra   cane   e   orso,  se   il  cane   si  posiziona   dietro. Quindi: tenete cani al guinzaglio!

www.giornalesentire.it - riproduzione riservata*

Gallery

Commenti (0)