Arte, Cultura & Spettacoli

Tra segno e pittura

Silvio Cattani e Andrey Volkov

Ci sono, nel corso della Storia delľArte, lunghi respiri che abbracciano persone in lidi diversi, persone che si trovano a battere con cuori alľunisono, che pensano le medesime parole e calcano le stesse orme. Così Silvio Cattani e Andrey Volkov due artisti che il caso ha voluto far incontrare e riconoscere. Due persone anagraficamente e territorialmente dissimili che annusano la stessa aria e sembrano abbeverarsi al medesimo fonte. Due storie artistiche di lotte tenaci con i linguaggi convenzionali che ancor oggi offuscano la visione di una espressività che per i Nostri, deve andare a comporre un quadro di crescita emotiva, in una società che pare interessata solo ad un consumismo convulso e senza senso.

Elaborare formule.espressive che vadano a toccare le corde più profonde delľanimo umano in quelľalveo giá individuato e percorso da famosi artisti del passato quei grandi pittori che hanno rotto gli schemi convenzionali della raffigurazione per andare a costituire i linguaggi delľAstrazione Lirica, tanto cari a Cattani e a Volkov.

Entrambi, con modalitá diverse, si addentrano nei grandi paesaggi delľanima,dove tutto pare sospeso e le formule della descrizione assumono aspetti inusitati, tanto più veri e tangibili per la mente aperta e pronta a fasi penetrare da un messaggio di nuda verità.

Per questo motivo in Volkov la figurazione è tenuta soffocata da una lotta stenua attraverso il colore che diviene materia viva, pulsante in continuo divenire, formula cangiante di essenza mutevole.
Cattani, per contro, la figurazione ľassume,ma ne cambia le favole compositive e continuamente depista il fruitore per insegnarli la meraviglia del sogno,lo stupore di una musica che può diventare una nenia bambina.

In questa mostra, i due autori, colloquiano agevolmente intessendo una intensa passerella poetica che i visitatori sentono come coinvolgente problematica di sincere asserzioni che invitano a riflettere sulle priorità delľesistenza,quando lo sguardo verso le invisibili presenze dello spirituale deve farsi più acuto e penetrante, sorvolando ľeffimero e ľinutile che questa società propone.

 

"Tra segno e pittura"
Silvio Cattani_Andrey Volkov
dal 16 dic 3017 al 5 gen 2018
Palazzo Trentini via Manci Trento

www.giornalesentire.it - riproduzione riservata*

Gallery

Commenti (0)