Viaggi & Reportages

Nel Paradiso di Gabriele d'Annunzio

Il Vittoriale a Gardone Riviera sul Garda

Al Vittoriale degli Italiani a Gardone Riviera, Gabriele D’Annunzio decise di scrivere con le pietre e i giardini la sua opera totale e definitiva, spinto da un segreto spirito agonistico che gli imponeva di edificare un monumento in grado di rivaleggiare con le celebri Grotte di Catullo a Sirmione. Risultato: è poesia del paesaggio.

Sulla sommità del Vittoriale si erge il mausoleo, imponente monumento funebre dove riposa d’Annunzio: la grandezza di una “vita inimitabile” che perdura anche oggi.

L’atmosfera magca è percepibile appena entrati, dagli ambienti esterni: i lussuosi giardini, la limonaia con il Belvedere, il Portico del Parente intitolato a Michelangelo Buonarroti e lo splendido anfiteatro con vista lago, sede ogni estate di importanti manifestazioni musicali e di concerti di artisti rinomati provenienti da tutto il mondo.

La Casa di Gabriele d’Annunzio è la Prioria.  Il Vittoriale è molto più di una casa-museo. Più di 200.000 mila persone ogni anno fanno tappa a Gardone Riviera, sulla costa occidentale del lago di Garda tra Salò e Toscolano Maderno.

Il Vittoriale è un complesso monumentale eretto per volontà del poeta a partire dal 1921. Giornalista, militare e patriota, di origine abruzzese, il Vate- dopo aver soggiornato a Gardone Riviera ed essersi innamorato del panorama del lago di Garda - decise di acquistare la proprietà su cui oggi sorge il Vittoriale e di farne un regno di memoria della propria vita eccezionale e del popolo italiano durante la Prima Guerra Mondiale. I lavori furono affidati all’architetto Giancarlo Maroni, amico del poeta.

Ogni spazio riflette d’Annunzio, la sua personalità, i suoi amori, la sua estetica, i suoi feticci: sculture, medaglie al valore, reliquie, migliaia di libri, opere d’arte di ogni tipo. Insomma, una casa-museo all’ennesima potenza.

Giardini, strade, vie, piazze, casa, biblioteca, corsi d’acqua, anfiteatro: quando si arriva al Vittoriale si entra in un piccolo grande mondo a sé. E lungo il percorso dell’intero complesso c'è l’aereo SVA, la nave militare Puglia, il sottomarino MAS 96. Tra stupore e meraviglia, sorprese continue che diventano una passeggiata indimenticabile.

Attenzione: la biglietteria chiude un’ora prima della chiusura del Vittoriale.
info qui > clicca

www.giornalesentire.it - riproduzione riservata*

Gallery

Commenti (0)