Attualità, Persone & Idee

Onlus benefiche: il sogno di un mondo migliore

Come contribuire? Con donazioni a distanza per bambini e donne

Ogni associazione no profit ha un sogno: un mondo migliore, che possiamo tutti contribuire a costruire. Nel mondo oltre 61 milioni di bambine e bambini non vanno a scuola. Questo vuol dire per loro non avere accesso al loro futuro. Povertà, discriminazioni e violenza relegano le donne all’ambito domestico. Spesso alle bambine viene negato l’accesso all’istruzione e, private della loro infanzia, diventano mogli e madri troppo presto. Non hanno le stesse possibilità degli uomini e per loro, troppo spesso, il destino è già scritto dalla nascita.

Ad ognuno di noi è però concesso un enorme strumento: possiamo fare della nostra vita un luogo dove si può diventare eroi del Bene. Fare qualcosa per cambiare la vita di chi è davvero in difficoltà è possibile. Ad esempio proteggere l'infanzia delle bambine che troppo spesso sono costrette a sposarsi minorenni rinunciando al proprio futuro, portare acqua pulita dove ora migliaia di bambini sono costretti a bere quella contaminata rischiando ogni giorno di morire, oppure aiutare una mamma che non può curarsi e proteggere il suo bambino nei primi delicati 1000 giorni di vita. Sono molte le onlus che hanno posto queste azioni al centro della propria mission.

L'intervento operato è solitamente dedicato a diverse zone povere del mondo, tra cui possiamo citare Kenya, Tanzania, Benin, Cambogia, Nepal, India e Brasile e prevede programmi educativi rivolti alle donne ed alle bambine, in coordinamento con i Ministeri dell’Educazione locali, favorendo progetti di salute materno-infantile in collaborazione con i Servizi sanitari locali. E per prevenire e contrastare la violenza contro le donne agisce attraverso azioni educative e di accoglienza.

Tutte le organizzazioni no profit si ispirano alla Convenzione Internazionale per i diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza del 1989 per promuovere e garantire i diritti dei bambini e delle bambine, combattendo la denutrizione, le malattie, la mancanza di istruzione e lo sfruttamento.

Attraverso l’adozione a distanza è possibile contribuire in maniera attiva ad un futuro migliore per quei bambini più sfortunati di noi. Questa azione è urgente in molti paesi, dove bambine e bambini sono spesso privati della loro infanzia e dei loro diritti fondamentali: esclusi dal diritto all’educazione, privati della possibilità di ricevere cibo e cure adeguate, sovente coinvolti nello sfruttamento del lavoro minorile o nello sfruttamento sessuale.

Per fare tutto questo basta un piccolo aiuto di tutti. Con le donazioni per bambini avrete la certezza di aver contribuito a difendere i diritti non solo dei bambini, ma anche delle donne garantendo istruzione, salute e protezione da violenze e abusi.

www.giornalesentire.it - riproduzione riservata*

Gallery

Commenti (0)