Arte, Cultura & Spettacoli

Luciano Ventrone, se ne va la grande illusione

Un tragico incidente domestico per l'artista definito il Caravaggio del XX secolo

È morto in circostanze tragiche, all'età di 79 anni, il pittore Luciano Ventrone. L'artista, definito il Caravaggio del XX secolo dallo storico d'arte Federico Zeri, era malato da tempo di problemi polmonari e da oltre 1 anno in cura con ossigenoterapia domiciliare. Secondo una prima ricostruzione si sarebbe acceso una sigaretta, facendo esplodere la bombola dell'ossigeno a cui era attaccato per respirare. Inutile il tentativo dell'infermiera che lo accudiva di soccorrerlo.
In questa pagina l'articolo realizzato per la sua mostra al Mart in occasione delle iniziative del museo intorno a Caravaggio.

16 aprile 2021

***

Luciano Ventrone, la grande illusione

La mostra "Luciano Ventrone. La grande illusione", ideata da Vittorio Sgarbi e Lorenzo Zichichi è concepita attorno a 18 opere tematiche è un focus nell'ambito dell'esposizione "Caravaggio. Il contemporaneo".

Definito da Federico Zeri "il Caravaggio del ventesimo secolo", Luciano Ventrone (Roma, 1942) è divenuto famoso per il suo virtuosismo e per le stupefacenti riproduzioni iperrealistiche. La sua pittura raffigura una realtà che appare più vera del vero.

In un’epoca e in un contesto lontano da quello del Merisi, Ventrone è stato chiamato a mettersi  in relazione al grande artista seicentesco. I richiami a Caravaggio non mancano: nel percorso del Mart li si individua nell'approccio compositivo e stilistico di talune nature morte : Solo per caso (2010), Il dono di Bacco (2011) e Strani compagni (2012) al "Canestro di frutta" di Caravaggio.

Secondo Victoria Noel-Johnson curatrice della mostra,è una percezione sottilmente velata di una realtà superiore, la grande illusione di una “ultra-realtà” in contrapposizione a una falsa impressione".

Ventrone e Caravaggio fanno però uso diverso della luce: la luce immanente in cui Ventrone immerge i suoi frutti e fiori fa da contraltare all'uso drammatico, teatrale, emotivo dell'illuminazione da parte del Merisi.

La magia è però affine e per entrambi diventa fonte di stupore.

www.giornalesentire.it - riproduzione riservata*

Commenti (0)