Arte, Cultura & Spettacoli

Prato: Centro Pecci senza direttore

Fibrillazioni alla Fondazione per le Arti Contemporanee in Toscana: rimossa Perrella

E' durata poco meno di un anno la direzione di Cristiana Perrella al Centro per l’arte contemporanea Luigi Pecci di Prato.

Con uno scarno comunicato emesso ieri il Consiglio di Amministrazione della Fondazione per le Arti Contemporanee in Toscana ha comunicato la decisione di revocare l’incarico di Direttore Generale della Fondazione a Cristiana Perrella "...in linea con quanto previsto dal contratto siglato da entrambe le parti il 16 febbraio 2021".

Nella nota il Consiglio ringrazia la Perrella ''...per il suo impegno e il lavoro svolto in questi anni alla direzione del Centro Pecci e le fa i migliori auguri per la sua futura attività professionale''.

E con a notizia anche l'avviso di una procedura - già avviata - per la selezione del nuovo Direttore, che dovrebbe concludersi entro la fine di quest’anno. ''La nuova Direzione avrà il compito di rilanciare l’attività del Centro Pecci come punto di riferimento dell’arte contemporanea in Italia'' si legge nel comunicato segno che qualcosa è andato storto.

Il Centro per l’arte contemporanea Luigi Pecci di Prato aveva riaperto l'8 maggio 2021 con tre nuove mostre e una importante collaborazione con la Serpentine gallery di Londra.

Tra queste la retrospettiva dedicata a Chiara Fumai Poems I Will Never Release, co-prodotta con il Centre d'art contemporain di Ginevra; la personale della fotografa Marialba Russo Cult Fiction e la rassegna video After Us, una diagnosi poetica ma acuta del presente, curata dall'artista Julian Rosefeldt e prodotta da Fondazione In Between Art Film.


 

 

www.giornalesentire.it - riproduzione riservata*

Commenti (0)